Miocomune.it

La tua informazione locale

Mer16102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Calabria Calabria Lsu ed Lpu, la solidarietà della politica calabrese

Lsu ed Lpu, la solidarietà della politica calabrese

  • PDF

Molte le attestazioni di solidarietà agli Lsu ed Lpu. Il Senato non ha inserito nel decreto legge sugli enti locali l'emendamento, firmato da Doris Lo Moro (Pd) e Nico D'Ascola (Ncd), che avrebbe consentito l'impiego dei fondi necessari per la contrattualizzazione dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità.

Il presidente della Regione Mario Oliverio, in viaggio per Catanzaro per la prevista riunione di Giunta, si è fermato allo svincolo autostradale di Cosenza sud, dove stavano manifestando i lavoratori Lsu e Lpu. "Il nostro impegno a garanzia del lavoro dei cinquemila Lsu e Lpu della Calabria - ha sostenuto Oliverio al riguardo - è convinto e concreto.

Sin dall'inizio della nostra esperienza di governo, abbiamo scelto la strada della contrattualizzazione del rapporto di lavoro. Come Regione abbiamo destinato circa 39 milioni di euro, aggiuntivi ai 50 milioni destinati dalla Legge di stabilità per avviare una fuoriuscita dalla precarietà dei 5000 lsu-lpu. Con l'emendamento presentato al Senato, si rimuovono i vincoli ostativi all'utilizzazione delle dette risorse in questa direzione. Non un solo euro di aggiuntività per il bilancio dello Stato. Per questo auspico che nel maxiemendamento che il Governo presenterà al Senato siano assunti i contenuti della proposta emendativa non approvata in Commissione per un fatto meramente formale e procedurale. Siamo fortemente impegnati a tutela del lavoro dei 5000 lavoratori e dei servizi che i Comuni calabresi garantiscono attraverso questi lavoratori".

L'on. Ernesto Magorno, segretario regionale del Pd:

«Il Governo compia subito i passi necessari per garantire il lavoro dei cinquemila Lsu Lpu calabresi e sbloccare le risorse già stanziate dalla Regione per la contrattualizzazione degli lsu-lpu», lo dichiara il segretario regionale del Pd Ernesto Magorno che aggiunge: « Il mancato inserimento del decreto sugli Lsu - Lpu nel decreto legge sugli enti locali, sta determinando una situazione esplosiva in una regione che già sul tema del lavoro vive situazioni di tensione e grave disagio. Mi appello pertanto – dice ancora il segretario regionale Pd – alla capacità del Governo di trovare in tempi brevissimi una soluzione a tutela di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie. Sarò impegnato - conclude Magorno - nelle prossime ore, assieme alla deputazione parlamentare del nostro partito ed al Presidente della Giunta regionale per sollecitare presso l’esecutivo un esito ragionevole e positivo di questa vicenda che deve necessariamente essere risolta con la massima urgenza».

Il consigliere regionale Giuseppe Aieta

«Sono solidale con i lavoratori precari della nostra regione, che in questi giorni rischiano di subire l'ennesima beffa con la soppressione delle risorse necessarie a garantire i loro sacrosanti diritti. È importante che i parlamentari calabresi facciano fronte comune per scongiurare che questa tegola si abbatta su tante famiglie aggrappate ad un lavoro, che invece va garantito e tutelato. In questi casi non basta la solidarietà , occorre invece che tutti facciano la propria parte con la convinzione che il lavoro è una priorità assoluta da difendere con le unghie e con i denti».

CASTROVILLARI

Il provvedimento per la stabilizzazione degli Lsu-Lpu alla fine non è stato inserito nel maxi emendamento proposto dal Governo centrale, provocando  la rabbia  e la preoccupazione dei precari del Comune di Castrovillari   come  quelli di tutta la regione.
È scandalosamente grave questa decisione che procura una grande delusione  e preoccupazione a questi  lavoratori che da anni  attendono una soluzione definitiva. Questi sono  vittime di attese e di mancanze di definizioni  ad opera dello Stato , il quale, ancora una volta, esprime incapacità e inerzia nel dare risposte al mondo del precariato di lungo corso.  
La RSU,  nella sua interezza, è al fianco dei precari castrovillaresi e di quelli che operano nelle varie zone della regione,  in attesa di determinazioni per la soluzione delle loro vicende.                                          
                                          
                                                Il Coordinatore della RSU  
                                                            Pino Basile  
CASTROVILLARI

Continua lo stato di agitazione degli Lsu , in assemblea permanente, al Comune di Castrovillari per la loro situazione, come sono mobilitati i colleghi nelle varie aree della Calabria in seguito alla vicenda , legata alle contrattualizzazioni. Questo per la decisione del Parlamento che, ancora una volta, penalizza questa nostra Terra. Con tale comunicato chiediamo, anche come Amministrazione, l’impegno a tutti i consiglieri regionali ed ai parlamentari di stare vicino a questi lavoratori per far si che tale istanza , legata al precariato ed al lavoro, possa avere l’attenzione politica che merita.In questi giorni si costituirà pure un Comitato di lotta per chiedere un Tavolo di discussione con le forze sociali e politiche sul da farsi nei prossimi giorni.”

Il Consigliere comunale di Castrovillari

Peppino Pignataro

BUONVICINO

Esprimo sconcerto e rabbia per la mancata apprvazione dell emendamento LSU-LPU calabresi, che avrebbe consentito la continuità del rapporto di lavoro ed il regolare pagamento dei lavoratori. Ora la deputazione calabrese deve fare un intervento forte e risolutivo, le chiacchiere non servono a nessuno, anche se devono fare mancare il sostegno al Governo. Così veramente dimostrano al Governo Centrale che la Calabria è una regione che va rispettata e non mortificata sempre. I lavoratori hanno una loro dignità da rispettare, non vogliono assistenza ma chiedono il diritto al lavoro e alla prosecuzione di un percorso di contrattualizzazione al loro futuro stabile, dopo tanti anni di lavoro in nero. Significa mettere ulteriorarmente in ginocchio i comuni piccoli che non potranno garantire i minimi servizi essenziali ai cittadini. I comuni già in sofferenza per i tagli ai bilanci dal fondo di solidarietà. I sindaci con le amministrazioni comunali son a fianco dei lavoratori e appoggiano tutte le forme di lotte in in sinergia con il sindacato affinchè questa vertenza possa risolversi al piu presto. Ci sono 5000 famiglie che sono in ansia perchè possono avere grossi problemi economici. 
L' Amministrazione Comunale  Buonvicino   




Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.