Miocomune.it

La tua informazione locale

Ven13122019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Calabria Calabria Controlli e arresti nel reggino: armi illegali e droga

Controlli e arresti nel reggino: armi illegali e droga

  • PDF
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

REGGIO CALABRIA – 30 gen. - Attività dei carabinieri nel reggino. Ad Ardore Marina, i carabinieri, assieme ai cacciatori di Vibo, hanno arrestato S.F., 49enne del posto, per detenzione illegale di un’arma comune da sparo. Durante un controllo ad abitazioni di soggetti che ritenevano potessero avere armi clandestine, hanno perquisito l’abitazione di S.F., trovandolo in possesso di un fucile monocanna cal. 16 con matricola illeggibile, illegalmente detenuto e abilmente occultato nella sua abitazione.

L’arma rinvenuta, in ottimo stato di conservazione è stata sequestrata, invece l’uomo dopo le formalità di rito è stato rimesso in libertà su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

GIOIA TAURO - I carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato, Giuseppe Pace, 49enne del posto, già noto alle forze dell'ordine, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di marijuana.

L’arresto è avvenuto nel corso di un posto di controllo effettuato dai Carabinieri nei pressi dello svincolo autostradale della A2 della città pianigiana ove i militari, insospettiti dalla forte velocità di marcia di un’autovettura in transito, hanno deciso di fermarla e controllarla. Una volta identificato, i Carabinieri, incuriositi dall’atteggiamento particolarmente nervoso mostrato del pregiudicato, hanno perquisito il veicolo, trovando nel bagagliaio un sacco con all’interno 15 involucri in plastica contenente circa 11 kg di marijuana. Pace è stato dichiarato in stato d’arresto e rinchiuso presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria Arghillà a disposizione dell’Autorità giudiziaria di Palmi. La droga, invece, è stata sottoposta a sequestro e sarà trasmessa al Ris di Messina per le analisi tossicologiche del caso. L’ingente quantitativo di sostanza rinvenuta, quasi certamente destinato ad essere immesso nel mercato illegale della droga gioiese, avrebbe fruttato illeciti profitti superiori ai 150 mila euro.

LOCRI - I Carabinieri della Compagnia di Roccella Jonica hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare emessa il 18 gennaio 2018 dal Gip del Tribunale di Locri nei confronti di Vincenzo Sainato, 37enne di Gioiosa, Giorgio Violi, 41enne domiciliato a Gioiosa e Diego Orfeo, 20enne di Sinopoli, tutti ritenuti responsabili, a vario titolo, di produzione di stupefacenti.

L’indagine, denominata “Santu Roccu”, condotta dai Carabinieri della Stazione di Caulonia Marina e coordinata dalla Procura della Repubblica di Locri, è stata avviata a giugno del 2017 quando, i militari dell’Arma di Caulonia assieme ai Cacciatori di Vibo, effettuavano un servizio di controllo del territorio nel corso del quale rinvenivano, in un terreno demaniale sito a Gioiosa Jonica in C.da Cola, circa 1.000 piante di cannabis indica dell’altezza di circa 40 cm, poste a dimora in più appezzamenti ed irrigate mediante un sistema a tubi in polietilene. Durante tutto il mese di luglio, numerosi servizi di osservazione consentivano ai Carabinieri di documentare la condotta degli odierni indagati i quali venivano sistematicamente ripresi e filmati mentre concimavano, annaffiavano e potavano le piante di canapa.

TAURIANOVA - Nel decorso fine settimana i militari della Compagnia di Taurianova hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio a Polistena, finalizzato al controllo della circolazione stradale, alla prevenzione e repressione dei reati predatori, delle condotte di disturbo alla quiete pubblica e di microcriminalità, connesse anche all’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti. Nel corso del servizio, i militari della Compagnia di Taurianova hanno disposto mirati controlli stradali per prevenire e reprimere la guida sotto l’effetto di bevande alcoliche, che hanno portato alla denuncia di tre giovani. Particolarmente severe le conseguenze per un gioiese cl. 1993 che è stato fermato alla guida della sua auto con un tasso alcolemico superiore del triplo del limite massimo consentito, così come per altro giovane di Cinquefrondi cl. 1997 il quale, fermato per il controllo, si è rifiutato di sottoporsi all’esame dell’alcol test; entrambi sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per il reato di guida in stato di ebbrezza nell’ipotesi più grave, che prevede una ammenda da 1.500 a 6.000 euro e l’arresto da 6 mesi ad 1 anno; in ogni caso ad entrambi è stata immediatamente ritirata la patente, a cui dovranno rinunciare per un tempo non inferiore a 1 anno. Nella rete dei controlli stradali è finito anche un altro giovane (cl. 1992) di Polistena, il quale è stato fermato in auto con un tasso alcolemico di 0,82 g/l; anche a lui è stata immediatamente ritirata la patente, che sarà sospesa per un periodo non inferiore a 6 mesi, e verrà interessata l’autorità giudiziaria.

Nel contesto del servizio sono stati anche denunciati due polistenesi F.M. e L.G. entrambi cl. 1968, pregiudicati, poiché dopo esser entrati all’interno del supermercato LIDL di Polistena hanno tentato di rubare generi alimentari nascondendoli nei loro giubbotti; una volta fermati la merce è stata restituita all’avente diritto e i due deferiti per furto aggravato. Stessa sorte ha avuto una donna polistenese B.A., cl. 1976, la quale all’interno del supermercato CONAD di Polistena tentava di asportare vari generi alimentari occultandoli nella propria borsa.

I controlli sono proseguiti per tutta la nottata, per un complessivo di. 61 persone, 30 mezzi. Sono stati inoltre ispezionati nr. 2 locali e verificato il rispetto delle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria a nr. 8 persone pregiudicate già sottoposte a misure restrittive nel territorio.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.