Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Mar23102018

Ultimo Aggiornamento:06:20:35

Pubblicità:
Indietro Calabria Calabria Rosarno, droga: arrestato Biagio Arena, latitante dal 5 ottobre

Rosarno, droga: arrestato Biagio Arena, latitante dal 5 ottobre

  • PDF

ROSARNO – 11 ott. - Nella giornata di ieri, a Candidoni (RC), i Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro e dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria di Vibo Valentia, hanno rintracciato e tratto in arresto Biagio Arena, 36 anni, di Rosarno, nell'elenco dei latitanti dal 05 ottobre scorso.

L'uomo si era sottratto ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in carcere, emessa nei suoi confronti dal Tribunale di Palmi, ufficio Gip, per ilreato di “concorso in coltivazione di sostanze stupefacenti del tipo canapa indiana, con l’aggravante dell’ingente quantità”.

La cattura, è giunta all’esito di un’ininterrotta attività info – investigativa, avviata all’indomani dell’operazione di polizia denominata We Are Family, condotta dalla Tenenza Carabinieri di Rosarno e dallo Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, che ha permesso, in pochissimo tempo, di individuare uno stabile ubicato all’interno della sede di una ditta ormai dismessa, sita in C.da Manfrò del Comune di Candidoni, e riconducibile ad alcuni suoi familiari, quale possibile rifugio del catturando. Da lì, l’inizio di un’attenta attività di monitoraggio del sito che ha portato i Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro e dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria ad effettuare un intervento congiunto nella mattinata odierna, traendo in arresto il catturando. Quest’ultimo, alla vista dei militari, ha tentato di darsi alla fuga approfittando di una tettoia collocata nelle adiacenze dello stabile in cui dimorava, ma è stato prontamente bloccato e messo in sicurezza. Nel corso della perquisizione domiciliare eseguita all’interno del rifugio sono stati rinvenuti nella sua disponibilità oltre 1500 euro nonché viveri di conforto necessari per la prosecuzione dello stato di irreperibilità.

All’esito degli adempimenti di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria Arghillà, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’interrogatorio di garanzia. 

IL VIDEO

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Scalea, presentazione XXV edizione gare nazionali Croce Rossa
 
Scalea, consiglio comunale 29 settembre 2018
 
Scalea, conferenza stampa del consigliere Di Lorenzo
 
A Scalea si allena Manfredi, campione di discesa in apnea 2015
 
Scalea, concluso l'evento 'Notte in note' 2018 - VIDEO
 

 
istituto professionale gabriele - Tortora - 0985 765256

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.