Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Mar18062019

Ultimo Aggiornamento:01:11:38

Pubblicità:
Indietro Calabria Calabria Reggio Calabria, rapina, sequestro di persona: due misure cautelari

Reggio Calabria, rapina, sequestro di persona: due misure cautelari

  • PDF

REGGIO CALABRIA – 3 mar. - Nella mattinata di ieri, a Reggio Calabria e Cosenza, i carabinieri della compagnia di Melito Porto Salvo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della Procura della Repubblica reggina, diretta dal procuratore Giovanni Bombardieri, nei confronti di Carlo Raso, reggino, 47 anni, e Anouar Azzazi, marocchino, 35 anni, ritenuti responsabili, in concorso, dei reati di rapina, sequestro di persona, lesioni personali, porto e detenzione di arma clandestina, ricettazione e furto.

L’odierno provvedimento giunge all’esito di intensa attività investigativa sviluppata dalla Compagnia di Melito Porto Salvo e coordinata dalla Procura di Reggio Calabria, scaturita dopo l’arresto in flagranza di reato, eseguito a Melito di Porto Salvo il 28 agosto 2017, di un minorenne ucraino, accusato, in concorso con gli arrestati, del sequestro di persona di un commerciante locale, eseguito a mano armata per sottrargli un’ingente somma di denaro, corrispondente all’incasso di alcuni giorni maturato da un suo esercizio commerciale.

L’attività investigativa ha permesso di far luce sulla dinamica dei fatti che risalgono alla mattina del 28 agosto 2017. I malviventi, lungo la SS 106, all’altezza del bivio per Marina di San Lorenzo, utilizzando un’autovettura appena rubata, avevano bloccato, costringendolo contro il guardrail, il veicolo condotto dall’imprenditore e, sotto la minaccia di un fucile a canne mozze, gli avevano intimato di consegnare il denaro. La vittima non aveva potuto far altro che consegnare i pochi soldi contenuti nel portafoglio non avendo con sé, come erroneamente presupposto dai malviventi, l’incasso dell’esercizio commerciale. Non convinti dalla versione fornita dall’imprenditore, avevano controllato a fondo il veicolo e, non rinvenendo il denaro, avevano deciso di portare la vittima in una zona isolata di Melito Porto Salvo, per malmenarlo e minacciarlo ulteriormente sino ad indurlo a riferire dove custodiva il denaro.

I malviventi, avevano quindi scelto di mandare il complice minorenne unitamente all’imprenditore nel luogo indicato. Una pattuglia in abiti civili, parte di un più ampio dispositivo di ricerca immediatamente messo in atto dal comando provinciale carabinieri di Reggio Calabria, aveva intercettato l’autovettura dell’imprenditore e arrestò il minorenne che, poco prima di essere controllato, aveva cercato maldestramente di occultare indosso alla vittima la somma di denaro appena sottrattagli.

Fra gli elementi raccolti, l’intercettazione dei dialoghi fra gli indagati, l’esame dei filmati registrati dagli impianti di sorveglianza presenti nelle vicinanze dei luoghi teatro dell’evento, insieme alle prove scientifiche derivanti dall’esaltazione delle impronte digitali dei malviventi sull’autovettura usata per commettere il delitto, hanno permesso di delineare un grave e concordante quadro indiziario a carico degli arrestati, interamente recepito nel provvedimento restrittivo appena eseguito.

Il marocchino Anouar Azzazi è stato raggiunto dal provvedimento presso il carcere di Cosenza, dove è attualmente ristretto per altri motivi, mentre al termine degli adempimenti di rito Carlo Rasi, agli arresti domiciliari anche lui per altra causa, è stato tradotto presso il carcere reggino di Arghillà.

info@miocomune.it

Scalea, in 400 per la seconda edizione della Granfondo Terùn
 
Castrovillari, cambiamenti climatici e sviluppo rurale: concluso il workshop
 
Cosenza, primo tourist-docu-reality del Sud Italia: al via "Calabria Avventura"
 
Scalea: accolta al comune l'artista Anna Maria Maiolino
 
A Scalea, da tutto il mondo per Eventopeople
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.