Miocomune.it

La tua informazione locale

Dom17112019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Entroterra Entroterra News Cronaca Rende, denunce e segnalazioni nel corso dell'attività dei carabinieri

Rende, denunce e segnalazioni nel corso dell'attività dei carabinieri

  • PDF

RENDE – 25 gen. - I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende hanno deferito in stato di libertà per il reato di “Guida in stato di ebbrezza”, un 22enne (1,31 g/l) di Dipignano (CS). L’automobilista è stato sottoposto ad accertamento etilometrico, ed è risultato positivo con un tasso alcolemico nel sangue superiore ai limiti previsti dalla legge. La patente è stata ritirata e l’autovettura affidata a persona idonea alla guida.

E' stato inoltre segnalato alla Prefettura di Cosenza quale “Assuntore di sostanze stupefacenti” il passeggero della vettura, un 30enne di Rende, poiché, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso, di un involucro in cellophane contenente 1 grammo di cocaina, celato nella tasca dei jeans, sottoposto a sequestro.

I militari della Stazione Carabinieri di Rose hanno deferito in stato di libertà: per i reati di “Truffa” e “Sostituzione di persona” una 61enne di Rose. E' stato accertato che aveva utilizzato indebitamente i dati dell’ignara vittima, un 68enne di Novara, per attivare un contratto di utenza telefonica “Adsl”, senza mai pagare le relative bollette al gestore di telefonia. Per il reato di “Furto di energia elettrica” una 43enne residente a Rose (CS). I militari insieme ai tecnici di “E-distribuzione” hanno accertato che la donna, applicando un by-pass al contatore della propria abitazione usufruiva illecitamente dell’erogazione di energia elettrica per un valore complessivo di circa 5.000€.

I militari della Stazione Carabinieri di Lattarico hanno deferito in stato di libertà un 50enne di Lattarico (CS), per il reato di “Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice”. I militari hanno accertato che l’uomo, da quasi un decennio, ometteva volutamente di fornire i mezzi di sussistenza alla ex coniuge e ai figli minori in violazione di quanto disposto dal Tribunale di Cosenza.

I militari della Stazione Carabinieri di Montalto Uffugo hanno deferito in stato di libertà, un 41enne di Palermo e un 36enne di Napoli (CS), per il reato di “Minacce”. I due uomini all’interno di una comunità terapeutica a San Benedetto Ullano (CS), a seguito di una lite per futili motivi, dapprima si minacciavano reciprocamente di morte, successivamente passavano ai fatti colpendosi a vicenda con calci e pugni, senza riportare lesioni.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.