Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun14102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Entroterra Entroterra News Cronaca Firmo, nuova SS 534: sbloccata l'occupazione del cantiere

Firmo, nuova SS 534: sbloccata l'occupazione del cantiere

  • PDF

FIRMO – 17 lug. - Aveva occupato l'area finale del cantiere per i lavori della nuova SS534 che collegherà, con 4 corsie lo svincolo autostradale di Firmo a Sibari. Una parte dei lavori è già conclusa. Un commerciante da giorni stazionava sotto al viadotto, con una tanica di benzina, e minacciava di darsi fuoco. Il problema lamentato è che con il nuovo svincolo autostradale e con la presenza di un viadotto che immette nella nuova SS 534, viene tagliata fuori la strada che permetteva ai viaggiatori di fermarsi in un locale: bar, ristoro, tabacchi, vendita di panini.

L'uomo chiede di essere risarcito dall'Anas che nel progettare i lavori non ha tenuto conto dell'attività commerciale presente sul posto da tempo. Ora interviene il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito che annuncia. “Soltanto grazie al sollecito intervento della Procura della Repubblica del Tribunale di Castrovillari, nella persona del Procuratore capo, Eugenio Facciolla, poche ore fa si è risolta positivamente la problematica inerente il blocco della 534 SS per una occupazione abusiva del cantiere da parte di un abusivo che vi si era allocato illegittimamente.

Tale situazione aveva fermato i lavori per circa due mesi facendo slittare la consegna dell'importante arteria attesa dalle comunità ed importante per il commercio e le comunicazioni più in generale. L'Anas, molto preoccupata per il completamento dell'opera, ha tentato varie mediazioni, ma senza successo. Da qui il Tavolo tecnico presso l’Ufficio Territoriale del Governo di Cosenza con le Forze dell'Ordine, il Prefetto, la Procura della Repubblica del Tribunale di Castrovillari e l’Anas, e successivamente lo sblocco dopo l’azione del procuratore capo”. Il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, che ha seguito con preoccupazione l'intera vicenda, ringrazia la Procura della Repubblica di Castrovillari, e lo stesso Procuratore capo, Facciolla, che si è subito attivato cogliendo le preoccupazioni dell'Anas, rappresentata dall'ing. Ferrara, e della Regione con l'assessore alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, per il grave ritardo nella realizzazione dei lavori. 

«Un altro esempio di valida difesa del territorio - ha dichiarato il primo cittadino alla stampa- posta in essere dalla magistratura a tutela degli interessi generali.La 534 SS rappresenta una grande arteria di collegamento tra 106 e autostrada. La Calabria che vuole vivere di turismo – ha aggiunto- ha bisogno di queste infrastrutture che non possono essere bloccate da interessi personali. Se si ritiene di avere dei diritti violati –ha concluso - ci si rivolge alla magistratura. Ma a nessuno deve essere consentito di farsi giustizia da solo. Ne va della credibilità delle istituzioni».

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.