Miocomune.it

La tua informazione locale

Sab18012020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Entroterra Entroterra News Cronaca Castrovillari, Papi Gump ha fatto tappa in città

Castrovillari, Papi Gump ha fatto tappa in città

  • PDF

CASTROVILLARI – 2 nov. - Papi Gump, ha fatto tappa a Castrovillari. Il camminatore solitario che vuole porre l'attenzione sulla legge che regolamenta l'affido dei figli. Su tali argomenti si è svolta la conversazione-testimonianza, nella sala 8 del Prototoconvento, con la presenza di Antonio Borromeo, Papi Gump, padre separato con un bambino, docente di sostegno con esperienze anche in case famiglia, che percorre a piedi l’Italia meridionale per sensibilizzare l’opinione pubblica verso la modifica della legge 54 del 2006, affinché vengano rispettati e applicati i principi dell’affido condiviso dei figli.

A dargli il benvenuto, il vice sindaco ed assessore ai Servizi sociali, Carlo Sangineti, e il consigliere comunale, Armando Garofalo. Sangineti, poi, nel saluto, oltre ad esprimere sostegno a nome e per conto dell’Amministrazione Lo Polito, ha dato la disponibilità per iniziative che sensibilizzino la collettività su tali problematiche, a partire dalle scuole, senza dimenticare i genitori, come ha sostenuto lo stesso Borromeo.

Papi gump, proveniente da Cosenza, è arrivato dinanzi all’Ospedale alle ore 17.30 in punto per poi giungere al Protoconvento, dopo aver percorso viale del Lavoro, via Roma, parte di corso Garibaldi sino al rione Civita, scortato da una pattuglia della Polizia Locale. Oggi sarà Sapri. Il suo intervento è stato arricchito dal contributo del dottore Lello Cirone che ha richiamato la propria esperienza e ribadito la valenza del Papi Gump e quindi del gesto di Borromeo per sensibilizzare organismi, istituzioni ed opinione pubblica sui temi della famiglia, comprese le problematiche relative ai separati, ai divorziati ed ai loro figli, in particolare.

Una vera questione culturale, è stato affermato, facente parte di una più grande, legata alla struttura sociale, ai suoi stereotipi, ai suoi modelli, nei quali, comunque, c’è, con tutte le sue peculiarità, la persona che la società non può bypassare se desidera veramente che la convivenza ritorni a fondarsi su di essa, integralmente considerata in tutte le dimensioni che la costituiscono ed esprimono. E’ questa la sfida ed il messaggio che ha tracciato, lasciato e lanciato l’incontro-approfondimento al fine di verificare nuove opportunità per costruire percorsi che consentano, poi, agli uomini e donne di vivere una esperienza autenticamente umana, fondamentale per rispondere alle più elementari circostanze della vita che la realtà pone innanzi e in cui questo desiderio possa approfondirsi e trasmettersi. 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.