Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun20012020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Ionio Ionio News Cronaca Quattro arresti tra Cassano Jonio e Corigliano

Quattro arresti tra Cassano Jonio e Corigliano

  • PDF

CASSANO ALL’IONIO – 28 apr. – Nelle ultime 24 ore i militari della Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro, coordinati dal tenente Cesare Calascibetta, hanno arrestato quattro persone, due per evasione e due per detenzione abusiva di armi e munizioni. I Carabinieri della Tenenza di Cassano all’Ionio durante alcuni controlli ai soggetti ristretti agli arresti domiciliari nella notte del 26 aprile hanno trovato, M.K., pachistano di 41 anni, con precedenti per reati in materia di stupefacenti, che si aggirava, senza alcuna autorizzazione, per le vie del paese.

I militari hanno quindi arrestato il pachistano per il reato di evasione, nonostante lo stesso tentasse di giustificarsi con scuse del tutto prive di fondamento. Nella nottata successiva è toccata la stessa sorte a D.C.D., cassanese di 30 anni, con diversi precedenti per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di stupefacenti, anch’egli sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, veniva sorpreso con altri soggetti ad interloquire davanti l’abitazione. Quindi scattavano nei suoi confronti le manette per il reato di evasione. Entrambi venivano giudicati con rito direttissimo dal Tribunale di Castrovillari, a seguito del quale veniva disposta nuovamente la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Nel pomeriggio di ieri, invece, i militari cassanesi eseguivano delle perquisizioni mirate alla ricerca di armi e munizioni presso l’abitazione e l’officina ad essa contigua, entrambi di proprietà di Z.A. cassanese di 42 anni, incensurato.

Le operazioni iniziavano dalla casa, ma dopo un minuzioso sopralluogo, si concludevano con esito negativo. Si procedeva, quindi, al controllo dell’officina meccanica, dove si constatava la presenza anche di un dipendente, C.M., cassanese di 51 anni, incensurato, che si verificava lavorare presso quella ditta da circa un anno. Proprio quando sembrava che anche in questo caso le operazioni stessero per concludersi negativamente, veniva rinvenuta nell’ultimo locale del magazzino, all’interno di un forno a legna in muratura non utilizzato, una pistola calibro 9x21, marca Tanfoglio con matricola abrasa. La stessa, ottimamente tenuta, conteneva un serbatoio con 9 cartucce e quindi pronta per essere utilizzata. Insieme alla stessa venivano scoperti due passamontagna. Tutto il materiale veniva sottoposto a sequestro penale, mentre sulla pistola verranno effettuati specifici controlli per acclarare se fosse stata utilizzata di recente o in fatti delittuosi.

I due cassanesi venivano tratti in arresto per il reato di detenzione illegale di arma clandestina e d’intesa con il Sostituto Procuratore di turno della Repubblica di Castrovillari, coordinata dal Dott. Eugenio Facciolla, venivano sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la loro abitazione in attesa di comparire davanti le aule del Tribunale per essere giudicati con rito direttissimo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.