Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Lun19112018

Ultimo Aggiornamento:04:37:46

Pubblicità:
Indietro Ionio Ionio News Cronaca Tragedia di Crotone: numerosi i messaggi di cordoglio

Tragedia di Crotone: numerosi i messaggi di cordoglio

  • PDF
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

CROTONE – 28 ott. - Numerose le reazioni del mondo politico e imprenditoriale calabrese alla notizia della morte dell'imprenditore e medico, Massimo Marrelli, 59 anni, e dei tre operai, Luigi Colacino, di Cutro, e Santo Bruno e Mario Cristofaro di Isola Capo Rizzuto, seppelliti da una frana. Stavano lavorando ad una condotta di drenaggio del sistema fognario, quando, quasi al termine dei lavori, è venuto giù il costone di argilla che ha coperto lo scavo e i corpi dei quattro. Massimo Marrelli era direttore sanitario del Marrelli Hospital ed editore di Esperia Tv. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e i carabinieri della locale tenenza.

I corpi, ormai privi di vita, sono stati recuperati dai Vigili del Fuoco di Crotone. Sono in corso indagini della Compagnia Carabinieri di Crotone, con il supporto del personale dell’Ispettorato del Lavoro di Crotone e della sezione rilievi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Crotone, coordinate dalla locale Procura della Repubblica.

Nella notte i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Crotone e i militari hanno alacremente operato in condizioni di assoluta difficoltà e pericolo, a causa delle forti piogge, per estrarre i corpi senza vita.

I MESSAGGI DI CORDOGLIO

MARIO OLIVERIO PRESIDENTE DELLA REGIONE

Il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio esprime profondo cordoglio per la tragedia di Crotone costata la vita a tre operai e all’imprenditore Massimo Marrelli. “Sono letteralmente sconvolto dalla tragedia di stanotte a Isola Capo Rizzuto. Quattro vite umane travolte rappresentano un prezzo troppo grande. Alle famiglie colpite da questo tremendo lutto giungano le mie più sentite condoglianze. Ho sentito Antonella Stasi, moglie dell’imprenditore Massimo Marrelli. Gli ho espresso il mio cordoglio per la morte di Massimo, un imprenditore di successo che con la sua vulcanica energia, il suo lavoro e la sua determinazione ha realizzato tanto”.

ENZA BRUNO BOSSIO DEPUTATA PD

Ho incontrato Massimo Marrelli qualche giorno fa a Roma: era a fianco dei lavoratori della sua azienda, impegnato in prima linea nella vertenza per salvare la sua clinica e il destino di centinaia di famiglie. È questa l'immagine di lui che conserverò per sempre in questo giorno di dolore per la sua tragica scomparsa insieme a tre operai. Un imprenditore dal piglio energico, determinato e fino alla fine insieme ai suoi lavoratori. La tragedia di Crotone mi lascia senza parole e con un carico di commozione e mestizia. È un giorno di lutto, le mie più sentire condoglianze vanno alle famiglie dei tre operai e di Massimo Marrelli, ad Antonella Stasi e ai dipendenti delle aziende che fino a oggi hanno potuto contare su una guida forte e coraggiosa.

LA CGIL CALABRIA

“Il terribile incidente accaduto stanotte a Crotone lascia sgomenta un’intera regione”.

Inizia cosi la nota del segretario generale della Cgil Area Vasta, Raffaele Mammoliti, del segretario dell’Ust Cisl Magna Graecia, Francesco Mingrone, del segretario generale della Uil Crotone Fabio Tomaino, da molto tempo, impegnati sul tema degli incidenti sul lavoro e vicini alle tante battaglie portate avanti dal Marelli Hospital. E’ di pochi giorni fa il vertice al Mise sulla vertenza dei lavoratori del nosocomio crotonese. “Oggi è il momento del dolore. Dello sconforto. Ma è, anche, il momento di dire nuovamente basta agli incidenti sul lavoro. Le riunioni sull’argomento – si legge nella nota delle tre siglee sindacali – sono state molteplici. Gli appelli a tutti gli organi competenti pure. Eppure, ancora oggi, ci ritroviamo costretti a piangere quattro morti. Massimo Marrelli, 59 anni, titolare dell’omonimo gruppo a cui fanno capo diverse strutture sanitarie nel crotonese, Santo Bruno, 53 anni di Isola Capo Rizzuto, Luigi Ennio Colacino, 45 anni di Cutro, Mario Cristofaro, 49 anni di Crotone. Alle loro famiglie va la nostra vicinanza”. “La sicurezza sui luoghi di lavoro-continua la nota- deve essere una priorità e necessita di una più diffusa consapevolezza ed etica della responsabilità da parte di tutti gli attori coinvolti per evitare sottovalutazioni che spesso si tramutano in vere e proprie tragedie. Infine nella parte finale: oggi più che mai ci sentiamo di rinnovare i sentimenti di vicinanza e solidarietà- oltre che alle famiglie delle vittime- a tutti i lavoratori del Marrelli Hospital per la perdita di una guida prestigiosa: un imprenditore dal carattere dinamico e innovativo”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Cosenza, 'Scacco al cavallo' furti d'auto e ricettazione: 18 misure cautelari
 
Catanzaro, sanità, politica e 'ndrangheta: le intercettazioni di 'Quinta bolgia'
 
Vibo Valentia, scoperto un falso cieco: denunciati anche due medici
 
San Luca, traffico di droga arrestato il latitante Callipari
 
Fuscaldo, operazione 'Merlino': 14 arresti. In manette il sindaco
 

 
istituto professionale gabriele - Tortora - 0985 765256

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.