Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun19082019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Ionio Ionio News Cronaca Corigliano, minacce di morte alla moglie e alla figlia: disposto l'allontanamento

Corigliano, minacce di morte alla moglie e alla figlia: disposto l'allontanamento

  • PDF

CORIGLIANO ROSSANO - 16 dic. – Icarabinieri della compagnia di Corigliano Calabro hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento e di comunicare con le persone offese emessa dal Tribunale di Castrovillari, a carico di F.A. 43 enne coriglianese, gravato da diversi precedenti, per aver posto in essere ripetute condotte vessatorie nei confronti dell’ex convivente e della figlia minorenne ed aver arrecato alle vittime un fondato timore per l'incolumità fisica.

L'attività d'indagine è stata condotta dalla Stazione Carabinieri di Corigliano Scalo. In un intervallo temporale relativamente lungo (da luglio di quest'anno fino a dicembre), la donna e la figlia sarebbero state oggetto di reiterati atti intimidatori, con comportamenti vessatori, fino a giungere a pesanti affermazioni di morte, rivolte dall’uomo anche verso la bambina.

A completare il quadro, non solo le dichiarazioni rese dalle parti offese e da altri testimoni, ma anche gli interventi effettuati dai carabinieri nel tempo per sedare le liti. Sui referti medici acquisiti anche una tentata aggressione fisica compiuta dall’indagato verso l’ex compagna; i tabulati telefonici hanno consentito di rilevare l’innumerevole traffico telefonico partito dal cellulare dell'uomo verso la figlia, in ogni orario e giorno.

Sulla base delle risultanze investigative acquisite dagli inquirenti, il Gip, nel condividere le richieste avanzate dalla Procura di Castrovillari, coordinata da Eugenio Facciolla, ha confermato la gravità della situazione. Il comportamento dell’uomo avrebbe un unico scopo:creare turbamento alle due donne, per far desistere l'ex compagna dall’intento di interrompere la relazione sentimentale e la convivenza. Per questo è stata disposta per l'indagato la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalle due donne, con l’obbligo di mantenersi ad una distanza di almeno 300 metri e con il divieto di comunicare con le stesse con qualsiasi mezzo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.