Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun14102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Ionio Ionio News Cronaca Trebisacce, liceo Scientifico Galilei: 5 indagati, 32 episodi contestati

Trebisacce, liceo Scientifico Galilei: 5 indagati, 32 episodi contestati

  • PDF

TREBISACCE – 23 giu. - Sono cinque gli indagati per una vicenda che riguarda il liceo Scientifico della cittadina jonica. Il periodo turbolento al quale si riferiscono i fatti finiti nel fascicolo della procura di Castrovillari aveva generato una serie di manifestazioni, anche con blocchi stradali, e tante proteste, alcune delle quali finite anche nelle aule parlamentari.

In questo caso, l'episodio contestato dal pubblico ministero Flavio Serracchiani, sarebbe quello relativo ad una presunta aggressione verbale, da parte di una docente, verso un gruppo di alunni. Una vicenda che fece scoppiare “il caso”. Fu proprio il sindaco Mundo a prendere le difese di alunni e genitori e ad avviare una serie di iniziative, compreso il coinvolgimento dell'on Enza Bruno Bossio che presentò un'interrogazione parlamentare. Alle denunce presentate da alunni e genitori è seguita l'iscrizione nel registro degli indagati di cinque persone. Al momento, da quanto si è appreso è stato consegnato l'avviso di conclusione indagini. Bisognerà attendere per conoscere altri particolari sulla vicenda che, come si ricorderà, ha avuto una eco molto forte, non soltanto nello Jonio cosentino, e non soltanto nel mondo della scuola. Come accade in questi casi, fra l'altro, si registra la presenza di gruppi schierati dall'una e dall'altra parte.

Sono 32 gli episodi contestati a vario titolo

Sono almeno 32 gli episodi contestati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari ai cinque indagati del liceo scientifico cittadino. E' quanto contenuto nelle pagine di avviso della conclusione delle indagini preliminari. La vicenda, come è noto, ha generato una vasta eco in città. Una degli indagati, in qualità di docente del Liceo Scientifico “Galilei” secondo le ipotesi del pubblico ministero Serracchiani avrebbe apostrofato un gruppo di alunni con parole del tipo: “balordi, ignoranti, capre”, riferendo loro: “sputatevi allo specchio e fate in modo che lo sputo vi torni indietro; vi prendo a calci in c....”, assumendo, “nel corso delle lezioni, un atteggiamento minaccioso al riguardo, rappresentando loro che “il coltello dalla parte del manico lo aveva lei”, umiliandoli quando non raggiungevano un determinato standard di rendimento, a titolo

esemplificativo, facendoli rimanere in piedi davanti alla lavagna ovvero costringendoli a rimanere in aula anche oltre l'orario delle lezioni o, ancora, dicendo loro che “era meglio tacere e sembrare stupidi che non parlare e togliere ogni dubbio". Secondo quanto sostiene il pubblico ministero si tratterebbe di “Atti reiterati e violenti che, pur se realizzati in momenti successivi, sono risultati collegati da un nesso di abitualità ed avvinti, nel loro svolgimento, da un’unica intenzione criminosa di ledere l’integrità psicologica, morale e fisica degli studenti, al punto da rendere particolarmente dolorosa e quasi del tutto impossibile l’attività didattica”. Viene contestato anche il reato di calunnia in quanto sarebbe stata sporta una denuncia querela a febbraio di quest'anno con “false accuse” nei confronti di sette alunni che si sarebbero resi responsabili dei reati di “lesioni personali, interruzione di pubblico servizio, occupazione abusiva di locali scolastici e stalking”.All'attenzione degli investigatori c'è anche la produzione di documentazione falsa anche per provocare un “ingiusto profitto”; c'è la redazione di verbale ritenuto “falso” perché contenente le dichiarazioni di un docente che, in realtà, secondo le indagini effettuate non sarebbero mai state rese. Stessa situazione anche in riferimento ad un verbale sull'audizione di alcuni alunni. Viene anche contestata la “falsa” accusa nei confronti del sindaco Mundo che avrebbe generato i reati di minaccia, lesioni personali, violazione di domicilio, oltraggio a pubblico ufficiale ed interruzione di pubblico servizio.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.