Miocomune.it

La tua informazione locale

Mer16102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Ionio Ionio News Cronaca Sparatoria a Schiavonea: feriti e arresti

Sparatoria a Schiavonea: feriti e arresti

  • PDF
  • Prec.
  • 1 of 4
  • Succ.

CORIGLIANO CALABRO – 12 ago. - Nella frazione di Schiavonea, a Corigliano Calabro, alle ore 12.00 circa, i militari dell'Arma sono intervenuti via Marconi dove poco prima quattro persone, travisate ed armate, avevano aggredito ed esploso numerosi colpi di pistola all'indirizzo di: Espedito Ielo, 50 anni, ricoverato presso locale ospedale civile, non in pericolo di vita, per trauma cranico contusivo, ferite lacero contuse ed escoriazioni in tutto il corpo; Alfredo Martilotti, 30 anni, ricoverato presso ospedale civile Rossano, non in pericolo di vita, per ferita d’arma da fuoco alla gamba sinistra e per ferite lacero contuse ed escoriazioni in tutto il corpo.

Le Immediate ricerche disposte sul territorio con attivazione di posti di blocco e con l'ausilio di un elicottero, hanno consentito ai militari della Tenenza di Cassano all’Jonio di rintracciare nella periferia di Sibari un'autovettura Lancia Y adoperata da malviventi in fuga. I militari si sono posti all'inseguimento bloccandoli nei pressi del centro abitato. Agli arresti sono finiti: Francesco Basile, 24 anni, di Villapiana, nullafacente, agli arresti domiciliari; Silvano Ritiro, 23 anni, di Cassano all’Jonio, fotografo, trasferito al carcere Rossano; un minorenne, 15 anni, di Cassano all’Jonio, studente, tradotto presso il centro di prima accoglienza per minori di Catanzaro. Nel corso della perquisizione veicolare i militari hanno trovato all'interno dell'autovettura la pistola cal. 6,35 con matricola abrasa e passamontagna utilizzati, mentre sul luogo sono state rivenute le spranghe utilizzate. Nel prosieguo dell'attività di ricerca in zona, il quarto malvivente, identificato in Gaetano Caputo, 21 anni, di Cassano all’Jonio, disoccupato, già noto alle Forze dell'ordine, dapprima è riuscito a dileguarsi all'interno degli agrumeti circostanti all'abitato di Sibari. Poi è stato rintracciato e tratto in arresto nei pressi della propria abitazione dove aveva tentato di nascondersi. I carabinieri lo hanno tradotto presso la casa di reclusione di Rossano. Sono in corso le indagini, volte a definire il movente azione delittuosa. I reati contestati sono il concorso in tentato omicidio, porto e detenzione di arma da fuoco e oggetti atti ad offendere e ricettazione.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.