Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Dom20082017

Ultimo Aggiornamento:05:59:06

Indietro Ionio Ionio News Politica Corigliano, l'amministrazione: sì al referendum, ma con regole certe

Corigliano, l'amministrazione: sì al referendum, ma con regole certe

  • PDF

CORIGLIANO – 8 ago. - Il dibattito politico sulla questione del referendum sulla fusione dei comuni di Corigliano e Rossano genera, in alcuni momenti, anche scontri. L'amministrazione comunale difende il sindaco Giuseppe Geraci sull'idea di mantenere ferme le regole che dovranno regolare il referendum e l'eventuale unione dei comuni. «Alcuni sostenitori della fusione – spiega una nota dell'amministrazione comunale - dichiaratamente schieratisi contro il sindaco Geraci, continuano a distorcere la realtà con menzogne, falsità ed omissioni di fatti. Geraci è diventato “cattivo" perché da tempo sta facendo notare incongruenze legislative, illegittimità, forzature normative sulla fusione che rendono il referendum poco credibile.

E' diventato “cattivo" perché chiede che a partita iniziata non vengano cambiate le regole in corso, cioè è “cattivo" perché, mentre si gioca, è come se chiedesse che non vengano ridotte le porte del campo, che non vengano fatti entrare altri giocatori aggiuntivi e che si giochi con un solo pallone». Una partita che si svolga in maniera chiara. Il dibattito sulla fusione si allarga e riguarda numerose sfaccettature che dovrebbero essere vagliate in maniera accorta per evitare sorprese successivamente. L'amministrazione difende ancora il sindaco Geraci: «Si scatena il finimondo contro il “cattivo" che ha osato richiamare tutti al rispetto delle regole, che ha avuto l’ardire di sottolineare evidenti illegittimità.

I più accaniti ad attaccarlo sono quei falsi democratici e legalitari a comando che dovrebbero ringraziarlo per la battaglia di democrazia e di legalità che sta portando avanti. Anzi appare del tutto strano, inspiegabile e sospetto che questa battaglia per la difesa di regole certe e chiare non venga sostenuta dall'Amministrazione di Rossano e dalle altre istituzioni». Una volta che il processo diventa irreversibile sarà complicato rimettere in linea eventuali errori di percorso. Ecco perché il sindaco di Corigliano sostiene che sia necessario partire con punti fermi ovunque. «Volutamente, per dirottare l'attenzione, qualcuno mischia il quorum delle elezioni politiche ed amministrative che non c'è mai stato in Italia con il quorum referendario che è sempre esistito per questioni costituzionali e per questioni di nuovo riassetto territoriale.

La confusione è dovuta ad ignoranza o a malafede? Per evitare di rispondere nel merito qualcuno si nasconde sul cosiddetto “referendum consultivo" che sarebbe solo di indirizzo e niente più. Sanno tutti che non è così e abbiamo visto come è andata a finire con Spezzano Piccolo che ha espresso volontà contraria ed è stato incorporato ai Casali del Manco». Geraci chiede che, se al referendum la maggioranza di uno dei due comuni vota no, si deve rispettare la volontà dei cittadini, senza tenere conto della maggioranza complessiva. «Con il precedente negativo di Spezzano Piccolo, con regole elastiche e variabili crediamo che sia dovere di un sindaco pretendere simili chiarimenti a tutela della volontà dei cittadini della propria città.

Se finora la politica sulla questione fusione è stata assente, soppiantata da forze esterne e da un certo associazionismo che vedono in essa solo l'occasione per progetti affaristici e per organigrammi già definiti di spartizione di potere, allora il “cattivo" che solleva dubbi deve essere messo alla gogna e additato come “nemico" di questa fusione. Un sindaco responsabile e libero da pressioni asfissianti deve garantire la libera espressione dei suoi cittadini attraverso il rispetto di regole certe e democratiche».

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Scalea, aumentano i casi di denuncia per estorsione
 
Scalea, un arresto per estorsione aggravata - Video
 
Verbicaro, torna le strade del vino e dei sapori - IL VIDEO
 
Reggio Calabria, Mandamento 2, le intercettazioni
 
Praia a Mare, a Fiuzzi uno strano fenomeno di smottamento marino
 

 
istituto professionale gabriele - Tortora - 0985 765256

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.