Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun16092019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Ionio Ionio News Politica Esondazione Crati: tagli agli aiuti. Il commissario Bagnato li giustifica

Esondazione Crati: tagli agli aiuti. Il commissario Bagnato li giustifica

  • PDF

CORIGLIANO ROSSANO – 2 feb. - Non c'è pace per chi ha sofferto la devastazione dell'esondazione del Crati dello scorso mese di novembre. Una parte degli “sfollati” non riceverà più l'assistenza prestata: è stato deciso, e qui bisognerebbe individuare anche chi lo ha fatto, di tagliare le spese per il vitto e alloggio a dieci cittadini, su un totale di trenta, ospitati in albergo. Ma anche in relazione all'assistenza fornita è bene ricordare che nei giorni scorsi, l'avvocato Angelo Altomari, che segue da vicino alcune famiglie di Thurio aveva evidenziato la situazione al limite della vivibilità anche per chi veniva “ospitato”.

Agrumeti fradici con frutti appesi all’albero, animali morti, macchine agricole distrutte, locali adibiti alla produzione di liquirizia ed alla raccolta di mandarini distrutti, veicoli per potersi spostare allagati e non più riparabili. E' lo scenario di quelle zone raggiunte dall'acqua del Crati che si è alzata per diversi metri raggiungendo anche i primi piani delle abitazioni. Case, ancora oggi, completamente vuote, prive di mobilio perché a causa dell’enorme livello dell’acqua è andato tutto completamente distrutto. Abitazioni, dove fra l’altro non si può soggiornare per un divieto assoluto da parte dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza che le ha dichiarate inagibili. Saranno venti, i cittadini che continueranno a soggiornare al Miramare Hotel. Gli altri dovranno trovare una collocazione in maniera autonoma e non faranno più parte del programma di assistenza. Per disposizioni economiche dettate dal Comune di Corigliano-Rossano, a chi soggiorna al Miramare vengono solo assicurati la cena ed il pernottamento, mentre nulla per colazione e pranzo. L'interruzione del programma di assistenza per dieci cittadini è stata notificata nei giorni scorsi nella sede del Miramare. Non è dato sapere per quali motivi è stata presa questa decisione. Si presuppone che si tratti di cittadini domiciliati e non effettivamente residenti nelle abitazioni di Thurio. 

IL COMMISSARIO GIUSTIFICA I TAGLI DEGLI AIUTI

Gli sfollati dell'esondazione del Crati ricevono gli aiuti indicati nel programma di assistenza, con vitto e alloggio. La conferma è del commissario Bagnato che però, in relazione alle cronache di ieri sottolinea il fatto che gli aiuti siano validi e confermati per i soli residenti in località Thurio, zona direttamente colpita dall’inondazione. Il commissario conferma l'esclusione degli otto alluvionati: “Restano esclusi, a seguito delle dovute verifiche degli uffici comunali, quanti risultano residenti in altre contrade o territori, alcuni dei quali risultati proprietari anche di altre abitazioni”. La situazione precisano dall'ufficio del commissario continua ad essere seguita dall’ente, “già sostituitosi agli enti sovra ordinati negli interventi di emergenza e messa in sicurezza, con la massima attenzione e priorità. Attraverso gli uffici competenti l’organo commissariale resta, in ogni caso, disponibile ad ulteriori verifiche, sopralluoghi e confronti in merito, qualora necessari”. 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.