Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar15102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Scalea, inferno di fuoco: il giorno dopo. Soccorsi fai da te

Scalea, inferno di fuoco: il giorno dopo. Soccorsi fai da te

  • PDF
  • Prec.
  • 1 of 6
  • Succ.

SCALEA - 15 ago. - L'inferno si scatena sull'alto Tirreno cosentino. E mentre si cerca di ripristinare la linea ferroviaria interrotta da un vasto e corposo incendio, fra Scalea e Santa Maria del Cedro, in altre zone si piange e si ha paura perché le fiamme si avvicinano minacciosamente alle case. I convogli lungo la linea ferroviaria Salerno–Reggio Calabria hanno subito una serie di ritardi anche fino a 220 minuti. Il primo blocco è avvenuto intorno alle ore 10.00 e fino alle 13.00 si sono registrati numerosi disagi. Alle ore 12.30 di sabato il traffico ferroviario è stato sospeso con la richiesta di attivazione del servizio sostitutivo con autobus.

Alle 13.00 la circolazione ferroviaria è ripresa con forti rallentamenti fino a 140 minuti di ritardo per i treni in viaggio. Si è reso necessario l’intervento dei tecnici di Rete ferroviaria per riparare i guasti provocati dall’incendio e ripristinare la piena potenzialità dell’infrastruttura ferroviaria e gli standard di sicurezza. Ma, nello stesso tempo, in contrada Bocca della Giara, fra Scalea e San Nicola Arcella le fiamme minacciano le abitazioni. Case a rischio lambite dal fuoco sempre più minaccioso. Colture danneggiate o perse (ulivi e piante di vite), stalle ed ovili salvate dal coraggio dei proprietari. La Contrada si trasforma in un inferno. I cittadini devo fare da soli.

“Le chiamate di soccorso ai numeri di emergenza 115, 1515, 112 – racconta un residente - sono iniziate alle 9.00 del mattino e proseguite disperatamente fino alle 12.00 quando, dopo tre ore abbiamo realizzato che nessuno sarebbe intervenuto perché tutto era concentrato sull'incendio nei pressi della stazione ed era più importante salvare e ripristinare la linea ferroviaria, mentre le nostre case, i nostri beni e l'incolumità stessa dei cittadini di "serie Z" della contrada potevano passare in secondo piano. Abbiamo provveduto da soli, con le nostre forze ed i nostri esigui mezzi, a domare il forte incendio, spesso mettendo a rischio la nostra incolumità.

Solo verso le 13.00 abbiamo ricevuto la visita di una pattuglia della Polizia locale inviata dal sindaco ad accertarsi della situazione, ormai rientrata e sotto controllo. Per il resto: nessuno. Alle 14.00 si è presentata una squadra di Vigili del fuoco proveniente da Cosenza che ha soltanto bonificato e messo in sicurezza l'area, mentre, adesso sì, si alzano in volo 3 canadair ed un elicottero per salvare la pineta più a monte”. I contradaioli provvederanno a sporgere denuncia contro ignoti per l'incendio doloso e contro la completa assenza di interventi. Dieci famiglie abbandonate al proprio destino.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.