Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar15102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Scalea, sgomberato un campo occupato abusivamente da nomadi

Scalea, sgomberato un campo occupato abusivamente da nomadi

  • PDF

SCALEA – 4 lug. - Si è ripetuta un'operazione a distanza di un anno esatto. Il campo, nei pressi del depuratore di Scalea, nel periodo estivo, in passato, veniva occupato da decine di roulotte di nomadi. La scelta di Scalea, probabilmente, per la maggior presenza di villeggianti e turisti. Il campo scelto, nella periferia a sud della cittadina turistica, non ha alcun tipo di servizio adatto ad ospitare roulotte, persone ed anche bambini. Anzi, probabilmente, la situazione di precarietà mette a rischio anche la salute stessa.

Nei giorni scorsi, improvvisamente, sono giunte alcune decine di roulotte, che si erano posizionate “abusivamente” nello spazio tra il campo sportivo Francesco Ciaccio e il depuratore consortile. Nella stessa giornata è stata effettuata un'operazione per sgomberare l'area. Lo stesso sindaco Gennaro Licursi ha partecipato all'attività, coordinando il servizio. Sul posto sono intervenuti numerosi agenti della Polizia locale, il vicesindaco Gaetano Sollazzo, il responsabile dell'ordine e sicurezza pubblica Francesco Galati ed il personale del

comune. La problematica è stata sollevata più volte anche da chi abita in quelle zone. L'area prescelta non è adatta e soprattutto non è attrezzata e quindi molte attività igienico sanitarie avvengono senza alcun controllo. Chi abita in quell'area ha ringraziato l'amministrazione e la polizia locale per l'attività di controllo rapida. “Un buon sindaco – ha dichiarato Licursi - ha il dovere di partecipare personalmente anche nei servizi a rischio. E' importante rendersi conto di persona sullo stato del territorio e delle eventuali conseguenze che potrebbero derivare. La presenza di un campo nomadi, purtroppo, crea disagi tra la popolazione, sia in materia di igiene che di pubblica sicurezza.

I reati contro il patrimonio, in percentuale, in coincidenza dell'arrivo di questi gruppi, subiscono una notevole lievitazione”. Anche lo scorso anno, il campo abitualmente occupato dai nomadi, era stato fatto sgomberare con una attività alla quale avevano partecipato anche i carabinieri. All'inizio erano poche unità, accampate con furgoni e roulotte. Poi, dopo qualche giorno, le presenze nell'area non autorizzata sono diventate di svariate decine con diversi animali e dozzine di galline. Le forze dell'ordine per questioni di igiene e di sicurezza pubblica, prima che la situazione diventasse incontrollabile avevano dato il via all'operazione.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.