Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Mer21022018

Ultimo Aggiornamento:04:02:27

Pubblicità:
Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Cetraro, in fiamme l'auto del vicesindaco Angilica: le reazioni

Cetraro, in fiamme l'auto del vicesindaco Angilica: le reazioni

  • PDF

CETRARO – 11 OTT. - In fiamme l'auto di un componente della famiglia del vicesindaco di Cetraro, Fabio Angilica. La criminalità si fa sentire nella cittadina tirrenica. Sono numerose le reazioni al fatto di cronaca sul quale sono in corso le indagini. Le forze politiche: Psi, Pd, Idm, Sinistra Democratica, Area Democratica, Centro democratico, Rifondazione comunista, Sinistra italiana, Unione delle contrade, progetto sviluppo, società civile. Hanno espresso solidarietà. Convocata dal sindaco di Cetraro, Angelo Aita, si è tenuta alla presenza di tutte forze politiche della città e del consigliere regionale, Giuseppe Aieta, una riunione urgente per discutere del grave atto intimidatorio consumato ai danni della famiglia del vice sindaco, Fabio Angilica, al quale è stata incendiata l’auto.

Si è deciso di convocare con urgenza il Consiglio comunale allargandolo alla presenza delle tradizionali agenzie sociali che storicamente hanno partecipato a percorsi di costruzione della città morale. Intanto si è appreso che nei prossimi giorni sarà dedicato al tema un apposito Comitato per l’Ordine e la sicurezza Pubblica convocato dal Prefetto. Le forze politiche hanno discusso approfonditamente delle dinamiche criminali manifestando grande apprezzamento per il lavoro svolto dalla magistratura e dalle forze dell’ordine per i colpi inferti alla criminalità organizzata, pur non trascurando di abbassare la guardia perché grumi di gruppi delinquenziali potrebbero ricostituirsi e rappresentare una minaccia per il futuro. Il Presidente del Consiglio ha ricevuto mandato di convocare la Conferenza dei Capi Gruppo al fine di stabilire la data del consiglio comunale che avrà l’obiettivo di coinvolgere più strati della cittadinanza. Rispetto al tema della lotta alla criminalità l’orientamento complessivo delle forze politiche è stato quello di lanciare un grande progetto che tenga conto dell’esigenza di richiamare alla responsabilità tutti i soggetti sociali cittadini senza per questo essere autoreferenziali e autosufficienti. Nel nuovo progetto deciso nella riunione rientrerà il totale coinvolgimento delle agenzie sociali e politiche che dovranno partecipare alla nuova fase di costruzione della città immateriale.

LA GIUNTA COMUNALE: Cetraro è libera, nessuno fermerà la rinascita di questa comunità.

L’incendio, durante la notte scorsa, ai danni dell’autovettura della famiglia del vicesindaco Fabio Angilica lascia esterrefatti e increduli. Un fatto gravissimo, che ancora una volta colpisce la famiglia di un rappresentante dell’istituzioni, distintosi per una ineccepibile cultura della legalità e per metterla a fondamento del cambiamento della città. I balordi che nella notte hanno incendiato l’autovettura, con magari l’obiettivo di intimidire con il Vice-Sindaco l’intera Giunta, limitandone l’azione politica, sappiano da subito di aver fallito: chi pensa di intimidire attraverso il compimento di atti criminali le persone per bene e minare la tranquillità e la pace sociale della nostra città, sappia sin da subito che le forze Politiche e Sociali cetraresi, sapranno farsi baluardo a difesa della Città e impediranno loro di prevaricare e di avere la meglio.

Siamo infatti certi che le forze politiche e sociali, le Istituzioni cittadine unitamente alla Chiesa e alla Scuola, si adopereranno, come del resto stanno facendo ormai da lunghi anni, affinché le persone cui stanno a cuore la pace e la tranquillità per il bene comune, possano continuare ad operare in piena tranquillità e senza rischi per la propria incolumità, e sapranno porre in essere tutte le azioni a difesa dell’immagine della Città e della sua comunità che non può essere lesa da gesti di barbarie e di violenza.

La Giunta, nello stringersi intorno al Vice Sindaco e alla sua famiglia, ribadisce la propria scelta a favore di una città libera dal malaffare e da ogni forma di delinquenza. Nel frattempo, siamo certi che le forze dell’Ordine, alle quali va riconosciuto il merito di avere negli ultimi mesi compiuto importanti operazioni che hanno permesso di assicurare alla Giustizia pericolosi soggetti imputanti di gravi e odiosi reati, sapranno individuare anche gli autori del grave gesto.

Il sindaco di San Nicola Arcella, Barbara Mele

“Un gesto vile, che condanno con fermezza. Questo deve farci riflettere sulla situazione precaria dei nostri territori, dove, con atti del genere, si prova ad intimidire chi lavora con senso del dovere e della giustizia”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Rende, operazione Cloaca maxima, sei misure cautelari *Aggiornamento
 
Corigliano, turismo venatorio: sequestrati 3000 uccelli; 4 denunce
 
Scalea, l'intervento del sindaco Licursi in conferenza stampa
 
Dasà (VV), già noti alle forze dell'ordine: sorpresi con un fucile
 
Reggo Calabria, maltrattamenti ad un'anziana: arrestata una rumena
 

 
istituto professionale gabriele - Tortora - 0985 765256

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.