Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar10122019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Praia a Mare, il Giro d'Italia e tutto quello che 'gira' intorno

Praia a Mare, il Giro d'Italia e tutto quello che 'gira' intorno

  • PDF
CDI_camper_GirodItalia_1

PRAIA A MARE – 11 mag. - L'isola di Dino guarderà passare ancora una volta la carovana rosa. Il simbolo di uno degli angoli più belli d'Europa ospita per il secondo anno consecutivo il Giro d'Italia. E il “Giro” non è solo ciclismo, ma è tanto di più. Colori, suoni, voci e gli occhi di tutto il mondo puntati sulla costa dell'alto Tirreno dove, per usare uno slogan dell'assessore Antonino De Lorenzo, “Praia splende”. C'è attesa nella cittadina turistica dell'alto Tirreno, ma c'è fermento anche nella vicina Tortora che vedrà passare i ciclisti all'interno del territorio cittadino. I paesi dell'alto Tirreno cosentino sono pronti ad accogliere la carovana e a mandare baci dalla cartolina televisiva. Il Giro d'Italia paralizzerà tutta la fascia costiera che, come tutti sanno, gravita interamente sulla Strada Statale 18. Qualche disagio? Bisogna superarlo perché il Giro porta allegria.

Gli spostamenti dalle ore 13.00 di oggi saranno difficoltosi. A Praia a Mare che ospita l'arrivo e la partenza, domani mattina, la situazione sarà ancora più complessa. Le due giornate, fortemente volute dall'amministrazione comunale del sindaco Antonio Praticò, porteranno grande visibilità al centro turistico che, fra l'altro, nei suoi numerosi alberghi ospita gran parte delle squadre ciclistiche e dei componenti dello staff che segue la carovana rosa. Quest'anno, la gara, fra l'altro, transiterà da Tortora all'ombra del Mausoleo, entrando dalla Statale 18 e passando sulla costiera.

LA SITUAZIONE STATALE 18

Dal punto di vista tecnico, oggi la tappa Pizzo Calabro Praia a Mare vedrà impegnata la Statale 18, che sarà chiusa in occasione della gara. Si calcola la chiusura del traffico un'ora prima del passaggio della carovana pubblicitaria. Quindi chiusura al traffico da Campora San Giovanni alle ore 12.00, passaggio carovana ore 13.00, passaggio del Giro alle ore 14,34. A Paola, il passaggio del Giro è previsto alle 15.21, la carovana passa alle ore 13.50, la chiusura al traffico è prevista alle ore 12.30. A Belvedere Marittimo il Giro passa alle ore 16.07; la carovana alle 14.40, la chiusura è prevista intorno alle 13.37, così anche a Diamante. E qualche minuto dopo a Santa Maria del Cedro e Scalea. A San Nicola Arcella chiusura intorno alle 14.00. La strada riapre mezz'ora dopo il passaggio della bandierina rossa del Giro. A Praia a Mare, per la partenza di domani, invece, la chiusura delle strade è prevista alle 9.25; la partenza dei ciclisti è alle 11.55.

PARCHEGGI VIETATI SULLA STATALE 18

Copia_di_IMG_8501Ci sono poi i casi specifici come Scalea, per esempio, dove sono state emesse due ordinanze del sindaco Gennaro Licursi. La prima, già resa nota, riguarda la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado. La seconda, invece, si riferisce alla Statale 18 che all'interno del centro abitato assume il nome di Corso Mediterraneo. “Dalle ore 13.00 alle ore 18.00, è sospesa la circolazione e la sosta dei veicoli lungo la Statale 18 sul tratto compreso tra l'incrocio di Località La Bruca e l'incrocio con il villaggio Le Cicale”, in pratica da Sud a Nord.

IL GIRO DELLA SALUTE

C'è poi l'iniziativa, chiamata “Giro della salute”, che offrirà test gratuiti per la diagnosi rapida dell’epatite C, la misurazione dell’emoglobina glicata per il monitoraggio del diabete e della protrombina (PTT) per la coagulazione del sangue. Un camper del CDI, adibito a poliambulatorio, offre la possibilità di eseguire gratuitamente il test salivare a risposta rapida per la diagnosi dell’epatite C (HCV) e la misurazione su sangue capillare dell’emoglobina glicata per lo screening del diabete, e della coagulazione per la diagnosi dei disturbi dell’emostasi.

Oggi, a Praia a Mare, in via Padula, via Domenico Mauro, dalle ore 13.00 alle 18.00. Domani, sempre a Praia a Mare, sul viale della Libertà, dalle ore 8.30 alle 12.30. Secondo i dati dell’Associazione EpaC sono almeno 300.000 in Italia i pazienti portatori cronici del virus dell’epatite C, a questi si deve aggiungere il “sommerso” ovvero la quota di malattia non diagnosticata per assenza di sintomatologia clinica evidente o di diagnosi comprovata. Sono invece il 5,3% dell’intera popolazione, ovvero oltre 3 milioni e 200mila, le persone ad essere affette da diabete.

La rinnovata partnership con il Giro d’Italia porterà il poliambulatorio mobile del Centro Diagnostico Italiano a realizzare il “Giro della salute”: attraversando piccoli e grandi centri in tutta Italia, CDI seguirà 18 tappe in 11 regioni - Sicilia, Calabria, Campania, Abruzzo, Umbria, Emilia Romagna, Friuli, Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte e Lazio – dando il suo contributo alla sfida lanciata dal Ministero della Salute per l’eradicazione dell’epatite C. Alcuni dati dimostrano infatti l’importanza della prevenzione e di una diagnosi precoce di questa patologia che, in virtù del “sommerso”, ovvero i casi non diagnosticati, è spesso difficile tenere sotto controllo.

Fulvio Ferrara, direttore del servizio integrato di medicina di laboratorio e anatomia patologica del Centro Diagnostico Italiano, dichiara: “Grazie alla collaborazione con il Giro d’Italia, il Centro Diagnostico Italiano continua il suo impegno per mettere al centro la prevenzione. Il 'Giro della salute' è una campagna di prevenzione e sensibilizzazione ‘on the road’ iniziata da tempo e che proseguirà in ulteriori occasioni nel corso dell’anno e che ci spinge ad avvicinarci alla popolazione per offrire un contributo significativo e concreto in un’ottica di strategia preventiva di tutela della salute. Nel 2017 abbiamo eseguito il test per l’emoglobina glicata su un totale di 445 soggetti di cui 235 di sesso maschile e 210 di sesso femminile. Di questi oltre il 14% aveva valori superiori alla norma, con uno sbilanciamento per il genere maschile (88%). Non solo, in quasi il 35% dei soggetti sono stati riscontrati valori di glicata compresi tra 5.5 e 5.8% molto vicini alla soglia critica del 6%, un dato importante per far capire alla popolazione quanto l’adozione di stili di vita salutari come la pratica sportiva possa essere il viatico per non superare quella soglia critica che potrebbe portare a incorrere in problemi più grandi. Questa è quindi una delle ragioni che, data l’esperienza dello scorso anno, ci ha convinto ad estendere per tutte le tappe in cui saremo presenti anche il test dell’emoglobina glicata”.

IL CAMPER

CDI_camper_GirodItaliaLo scorso anno, in occasione della 100esima edizione del Giro d’Italia, il camper del “Giro della Salute” ha percorso circa 2.500 km e seguito 14 tappe della manifestazione, ha attraversato 9 regioni (Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Veneto) effettuando oltre 1.500 test per diagnosi rapida dell’epatite C, del diabete e della coagulazione del sangue.

Il Centro Diagnostico Italiano è fornitore ufficiale del Giro d’Italia 2018 e il suo logo comparirà sulle divise del personale sanitario e sulle auto mediche che supporteranno i ciclisti durante la manifestazione.

IL DIABETE E L’EPATITE IN CALABRIA

Secondo dati Istat, in Calabria vi sono oltre 155.600 diabetici, conteggiando sia quelli di tipo 1 sia quelli di tipo 2, quasi l’8% della popolazione. Aggiungendo i pazienti non ancora diagnosticati, si stima che le persone interessate siano oltre 200.000.

Per quanto riguarda l’epatite C non esiste un registro ufficiale regionale per la Calabria ma una pubblicazione di EpaC Onlus stima che in tutta Italia vi siano 300.000 persone infettate dal virus.

TEST SULLA SALIVA PER LA DIAGNOSI DELL’EPATITE C

Questo esame consiste in un semplice prelievo salivare che permette di individuare il virus dell’epatite C, chiamato HCV. Richiede un digiuno assoluto di almeno trenta minuti e offre una risposta in soli venti minuti; in caso di positività, i partecipanti all’iniziativa saranno indirizzati presso le strutture sanitarie competenti del territorio. Le cause principali della diffusione del virus dell’epatite C, oltre ai rapporti sessuali non protetti, sono le infezioni contratte per inadeguata sterilizzazione e per carenza d’igiene: piercing, tatuaggi, trattamenti estetici o un semplice intervento dal dentista in condizioni di rischio si possono trasformare in possibili occasioni di contagio. Dai 130 ai 210 milioni d’individui nel mondo presentano un’infezione cronica da virus dell’Epatite C tuttavia non è possibile definire un numero preciso; anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità è in grado di fornire solo stime di prevalenza dell’infezione. I dati relativi all’Europa occidentale indicano che circa lo 0,4-3% della popolazione a rischio è portatrice di infezione da HCV non diagnosticata.

MISURAZIONE DELL’EMOGLOBINA GLICATA NEL SANGUE

È un test importante per il monitoraggio dello zucchero nel sangue attraverso un prelievo capillare (puntura sul dito): quando vi si accumula troppo glucosio, infatti, le proteine e in particolare l’emoglobina tendono a modificarsi legandosi a una molecola di zucchero.

Il test per l’emoglobina glicata è utilizzato per la diagnosi e il monitoraggio del diabete. L’emoglobina glicata è infatti espressione della glicemia media nel lungo periodo, non di un singolo momento, non è pertanto soggetta a variazioni acute (come l'alimentazione del giorno precedente o lo stress da esame) e non necessita quindi di un preventivo digiuno di almeno otto ore. Prima del prelievo di sangue, dunque, il paziente rimane libero di mangiare e bere secondo le proprie abitudini.

TEST SULLA COAGULAZIONE

Si tratta di un test su sangue capillare che permette di analizzare il meccanismo della coagulazione e la presenza di disturbi dell’emostasi: il processo che l’organismo utilizza per la formazione di coaguli di sangue utili a fermare il sanguinamento. Il test del tempo di tromboplastina parziale (PTT) congiuntamente al test del tempo di protrombina (PT) determinano che tutte le componenti del processo emostatico funzionino correttamente e siano presenti in quantità sufficiente per la normale formazione del coagulo.

CENTRO DIAGNOSTICO ITALIANO (CDI)

Il Centro Diagnostico Italiano è una struttura sanitaria a servizio completo orientata alla prevenzione, diagnosi e cura in regime ambulatoriale, di day hospital e day surgery nata a Milano nel 1975. È presente sul territorio lombardo attraverso un network di 23 strutture, collocate a Milano, Corsico, Rho, Legnano, Cernusco sul Naviglio, Corteolona, Pavia e Varese. E’ certificata ISO9000 e dal 2006 la sede principale di via Saint Bon di Milano è accreditata dalla Joint Commission International.

CDI è accreditato con il SSN per le aree di laboratorio, imaging, medicina nucleare, radioterapia e visite specialistiche ambulatoriali. Dispone di un’area privata e di un’area a servizio delle aziende.

UN GIRO NEL GIRO

In occasione della settima tappa del Giro d’Italia edizione 101 - Pizzo-Praia a mare - Banca Mediolanum, sponsor ufficiale del Gran Premio della Montagna dal 2003, organizza “un giro nel Giro” dedicato a clienti e appassionati ciclisti per vivere con loro l’emozione del percorso anticipando la gara di qualche ora, insieme ai fuoriclasse e storici testimonial: Maurizio Fondriest, Paolo Bettini e Alessandro Ballan. Grazie all’organizzazione di Ugo Lombardi, Family Banker® di Banca Mediolanum e dei suoi collaboratori, il gruppo in maglia azzurra è partito alle ore 12 dal Santuario di Paola, via San Francesco di Paola, per percorrere oltre 70 km in compagnia dei tre campioni del ciclismo ed arrivare al traguardo di Praia a Mare entro le ore 13.30.

Come negli anni passati, proseguono le iniziative solidali di Fondazione Mediolanum Onlus a sostegno dell’infanzia in condizioni di disagio, in Italia e nel mondo. Quest’anno la raccolta fondi (fino al 30 giugno) sarà a favore del progetto #AlziamoLoSguardo, per sostenere 275 bambini con sindrome di Down e le loro famiglie nel percorso di crescita verso l’autonomia. Fondazione Mediolanum si impegna a raddoppiare i primi 30.000 euro donati e a devolvere quanto raccolto alle associazioni AGPD Onlus, Vite Vere Down DADI Onlus e le sezioni Versilia e Catania di AIPD Onlus.

#StorieDalGiro, da racconto social a libro fotografico

Nato come progetto digitale nel 2014 per raccontare le storie di persone incontrate e fotografate lungo le strade del Giro d’Italia, #StorieDalGiro diventa quest’anno documento cartaceo, quasi a "consacrazione" di un percorso che oggi rappresenta una case history, in controtendenza rispetto alle contemporanee dinamiche dell’editoria.

Un viaggio lungo 4 anni che ha attraversato le strade d’Italia tramite gli occhi e le parole di appassionati provenienti da tutto il mondo. Un viaggio digitale che ha immortalato, con storie e scatti, i volti e i racconti di tifosi, sportivi e appassionati che da sempre popolano le strade della “corsa più bella del mondo nel Paese più bello del mondo”.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.