Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun09122019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Praia a Mare, fermato un rapinatore: tutti i particolari - VIDEO

Praia a Mare, fermato un rapinatore: tutti i particolari - VIDEO

  • PDF

PRAIA A MARE – 1 ago. - IL VIDEO DELLA RAPINA - Alle prime luci dell’alba i carabinieri della Compagnia di Scalea, coordinati dal tenente Daniele Nardone, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto, per i reati di rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale, minacce, porto e detenzione abusiva di armi e ricettazione un pluripregiudicato, originario di Roma, resosi responsabile, nel primo pomeriggio di ieri, unitamente ad altre 3 persone, della rapina al furgone portavalori della “Securtransport”. Sono stati attimi concitati quelli della rapina. Il fermato e i suoi tre complici, sono entrati nei locali dell’ufficio postale ed hanno aggredito alle spalle le guardie particolari giurate della “Securtransport” che si accingevano a consegnare il plico contenente la somma di 80.000 euro da destinare al locale ufficio postale.

I malviventi, a volto scoperto ed armati di pistola hanno immobilizzato le guardie giurate, disarmate e impossessatisi del plico contenente il denaro contante sono scappati a bordo di una Fiat Punto di colore scuro, facendo perdere le loro tracce. Fuggendo per le vie che da Praia a Mare conducono ad Aieta, sono stati intercettati da una pattuglia dell’Arma Forestale, in servizio antincendio, che insospettiti dalla presenza della macchina in una strada sterrata hanno intimato l’alt all’autovettura. I rapinatori, scesi dal veicolo, hanno puntato le pistole all’indirizzo dei carabinieri forestali, i quali non si sono fatti intimidire mettendo in fuga i malviventi che hanno cercato rifugio nella macchia mediterranea circostante. L’intervento sul posto del personale dell’aliquota operativa e radiomobile della Compagnia scaleota ha poi permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro il plico contenente la somma di 80.000 euro e due pistole che i rapinatori hanno perso durante la fuga, all’interno dell’autovettura a bordo della quale i malviventi stavano scappando.

Immediatamente, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Paola, diretta da Pierpaolo Bruni, sono state avviate le ricerche con un notevole impiego di personale che hanno visto parte attiva, oltre ai carabinieri della Compagnia di Scalea, anche quelle delle limitrofe compagnie di Castrovillari, Paola, San Marco Argentano e Lagonegro. Le attività di ricerca, iniziate solo dopo aver predisposto un’accurata cinturazione della vasta zona interessata, si sono svolte anche con l’ausilio di un elicottero del VII Nucleo elicotteri di Pontecagnano ed hanno visto i militari impiegati in una vasta opera di rastrellamento durata diverse ore, e protrattasi durante le ore notturne. Le ricerche non si sono però concluse e a notte inoltrata, lo sforzo profuso dai militari dell’Arma ha dato i primi frutti. È stato infatti individuato e bloccato uno dei quattro rapinatori che, ferito ad una gamba e con difficoltà motorie, si era nascosto in un canale di scolo delle acque piovane a ridosso di una cunetta, rendendo difficile se non quasi impossibile riuscire a localizzarlo. Il pregiudicato romano (62 anni) è stato dunque dichiarato in stato di fermo di indiziato di delitto d’iniziativa e condotto presso l’ospedale civile di Paola, costantemente piantonato dai militari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, per ricevere le cure del caso. Sono ancora in corso, dalle prime luci dell’alba, battute sull’area di interesse al fine di individuare gli altri correi.

GUARDA IL VIDEO DELLA RAPINA

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.