Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun14102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Grisolia, la Guardia costiera sequestra una vasta area demaniale

Grisolia, la Guardia costiera sequestra una vasta area demaniale

  • PDF

GRISOLIA – 2 ago. - Nella giornata del 31 luglio scorso, il personale militare dipendente dell’Ufficio circondariale marittimo, Guardia costiera di Maratea, unitamente a personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Diamante, nell’ambito di una più ampia attività di controllo sul litorale e sul demanio marittimo di competenza, con una complessa attività di tracciabilità sulla filiera dei rifiuti tuttora in corso, ha accertato l’occupazione abusiva sul demanio marittimo di un terreno di circa 20.000 mq a Grisolia. Verificata, fra l'altro, l’assenza di qualsiasi documentazione e/o autorizzazione, finanche sotto il profilo paesaggistico-ambientale e urbanistico. 

Le indagini, fanno sapere dalla Guardia costiera, sono partite da controlli sul sedimento e su livellamenti effettuati in aree affidate in concessioni a stabilimenti balneari, che risultano tuttora in corso. La stessa area demaniale marittima, ubicata a monte delle strutture ed in zona comunque distante, si è presentata come zona assimilabile ad un deposito incontrollato di rifiuti, potendosi ivi rilevare un’alterazione, con conseguente cambiamento morfologico dei luoghi soggetti a vincolo paesaggistico-ambientale, di sversamenti di materiale plurimo, frazionati e protratti nel tempo, che hanno determinato deturpamento e nocumento al sito stesso, e che oggi risulta impattare sul paesaggio litoraneo - peraltro ad alta valenza turistica. Pertanto, il personale militare ha proceduto a sequestrare, d’intesa e sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Paola, l’intera area oggetto del reato.

Gli approfondimenti investigativi, che hanno visto anche la preziosa collaborazione del personale Tecnico del Comune di Grisolia, hanno evidenziato come la realizzazione del deposito oggetto di deposito di materiale terroso proveniente verosimilmente da scavi di cantiere da altro sito, fosse stata eseguita in assenza di ogni titolo legittimante, occupando, inoltre, un’area demaniale marittima.

La vicenda evidenzia la criticità delle problematiche legate all’utilizzo dei litorali e la necessità che venga mantenuta alta l’attenzione su una forma di inquinamento ambientale che inevitabilmente incide negativamente sull’utilizzo e gestione dell’ambiente marino e costiero.

Il monitoraggio sul corretto uso del demanio marittimo continuerà senza sosta a garanzia della legalità su tutto il litorale di competenza.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.