Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Dom24032019

Ultimo Aggiornamento:09:16:58

Pubblicità:
Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Paola, operazione 'Triangolo'. Fatture gonfiate, denunciati due imprenditori

Paola, operazione 'Triangolo'. Fatture gonfiate, denunciati due imprenditori

  • PDF

PAOLA – 8 gen. - I Finanzieri della Compagnia di Paola hanno eseguito un Decreto di sequestro preventivo, anche per equivalente di beni per un valore pari ad euro 226.522,40, emesso dal Gip presso il Tribunale di Paola, Rosamaria Mesiti, su richiesta del Procuratore Pierpaolo Bruni e del Sostituto Maurizio De Franchis, nei confronti di 2 imprenditori residenti nella provincia di Cosenza, per evasione di imposte sui redditi. Il sequestro, eseguito nei giorni scorsi, ha ad oggetto i saldi attivi di 3 conti correnti, fino a concorrenza dell’importo sequestrato.

Le Fiamme Gialle paolane hanno scoperto un sofisticato meccanismo di sovrafatturazioni, pari a oltre 800 mila euro, attuato da due imprenditori appartenenti allo stesso nucleo familiare e titolari di tre società operanti nel settore della “Fabbricazione e commercializzazione di prodotti medicali”: due di diritto Italiano e una di diritto Albanese, con sede a Tirana. Nel dettaglio, quest’ultima società acquistava beni da fornitori cinesi e pakistani, i quali spedivano la merce in Italia, con scalo al porto di Gioia Tauro (RC) e con destinazione le sedi delle società Italiane, che a loro volta la ricevevano in virtù delle fatture di vendita (gonfiate) emesse nei loro confronti dalla stessa società Albanese.

In sintesi la società Albanese (riconducibile ad uno degli indagati) acquistava dagli stessi fornitori extracomunitari la merce ad un determinato prezzo, che poi provvedeva a rivendere alle due società Italiane (riconducibili ad entrambi gli indagati), ma ad un prezzo pressoché raddoppiato e senza che la merce subisse processi di lavorazione. Con tali stratagemmi gli indagati traevano un indebito ed illecito vantaggio fiscale, rappresentato dal fatto che annotavano nelle contabilità delle società Italiane e indicavano nelle dichiarazioni presentate ai fini delle imposte sui redditi, l’intero importo delle fatture emesse dalla società Albanese, superiore a quello effettivo e reale, così aumentando i costi e diminuendo la base imponibile da sottoporre a tassazione. Il complicato meccanismo fraudolento triangolare è stato accertato dai finanzieri all’esito di un laborioso esame della contabilità delle imprese e delle copie dei supporti informatici acquisiti nel corso delle attività investigative. Al temine delle indagini sono state denunciate 2 persone per i reati di “Emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti”, le quali con il sequestro disposto dal Tribunale di Paola vengono private di denaro per 226 mila euro.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Scalea, in fiamme un deposito di uno stabilimento balneare - VIDEO
 
Cosenza, presentato l'evento 'Calabria Orienteering' - VIDEO
 
L'intervento del sindaco Licursi al consiglio Provinciale di Cosenza
 
Scalea, ufficializzato il comitato "Mare pulito” - VIDEO
 
San Ferdinando, la testimonianza dell'on. Bossio (Pd) allo sgombero della baraccopoli - VIDEO -
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.