Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Sab23032019

Ultimo Aggiornamento:06:26:00

Pubblicità:
Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Scalea, droga: Di Iorio assolta per 8 capi d'imputazione su 13

Scalea, droga: Di Iorio assolta per 8 capi d'imputazione su 13

  • PDF

SCALEA – 9 mar. -  Abbiamo già dato notizia della conclusione del processo a carico di tre persone per spaccio di eroina commessi nel 2013. Per i tre imputati gli impianti accusatori e le rispettive accuse erano diverse. L’imputata Loredana Di Iorio, donna di origine campana e residente a Scalea, difesa dall’avvocato penalista Antonio Crusco, era accusata di ben 13 capi di imputazione in materia di spaccio di eroina, insieme al suo ex compagno Choukhi, uomo di origine marocchina, difeso dall’avvocato Salvatore Barletta.

La signora Maria Mazza, di Taurianova, difesa dall’avvocato Italo Guagliano, era imputata, invece, per alcuni episodi di spaccio, in particolare tre. Nello specifico, la Procura di Paola, contestava alla Di Iorio di avere tenuto 13 fatti di spaccio di eroina, consistiti nella cessione ed offerta in vendita di ingenti quantità ad alcuni soggetti assuntori del territorio scaleoto. La Procura, contestava allaDi Iorio, l’aggravante di essersi avvalsa, per lo spaccio di eroina, di un minore di 8 anni. Secondo l’accusa, avrebbe mandato il minore a Scampia per acquistare l'eroina. Ed inoltre, sarebbe stato sfruttato, sempre dalla madre, per la cessione dello stupefacente. Il Tribunale di Paola, in composizione collegiale, ha però assolto Loredana Di Iorio per le gravi accuse di spaccio di droga, emettendo sentenza di assoluzione per otto capi di imputazione di spaccio di eroina. Di Iorio è stata assolta, anche, dai delitti di spaccio di eroina aggravati di avere sfruttato il minore per l’acquisto a Scampia dell’eroina e per essersi avvalsa del minore per la cessione dello stupefacente. La condanna si è quindi ridotta a soli 5 dei 13 capi di accusa, con l'assoluzione con formula piena per i restanti 8 capi. Per le accuse rimaste, 5 capi di imputazione, è stata condannata ad 8 anni di reclusione. L’avvocato penalista Antonio Crusco, sostiene che: “l’impianto accusatorio iniziale (13 capi di imputazione per spaccio di eroina aggravati) non ha, in buona sostanza, retto, avendo il Tribunale assolto la Di Iorio da ben 8 su 13 capi di accusa; le assoluzioni, peraltro, riguardano gravi fatti di spaccio di eroina, anche con l’aggravante dello sfruttamento del minore”. Il penalista, dunque, è “fiducioso per l’appello che proporrà per i restanti cinque capi di imputazione per i quali c’è stata condanna; essendo, peraltro, la pena irrogata, evidentemente, non proporzionata”.

Oltre alla Di Iorio, il Tribunale di Paola, ha giudicato Maria Mazza, difesa dall’avvocato Italo Guagliano, che si vedeva imputata solo di alcuni capi di imputazione (tre capi). In particolare - secondo la Procura di Paola, Mazza, avrebbe avuto legami con la Di Iorio, quale capo della organizzazione, avendo avuto con la stessa dei contatti: Mazza, comunque, era stata già condannata per questi contatti avuti con la Di Iorio, con pena definitiva. Il Tribunale, ha assolto lMaria Mazza con formula piena. Inoltre, il Tribunale ha condannato a 5 anni Chouikhi, uomo di origini marocchine per cinque capi di imputazione, assolvendolo per i restanti 8. Vicenda, dunque, che avrà sviluppi in Appello, a giudizio dell'avvocato Crusco. Gli imputati Di Iorio e Chouikhi saranno giudicati solo su 5 imputazioni, essendo stati assolti, entrambi, su 8 capi di imputazione. Assoluzioni, queste, che avranno anche un peso nel giudizio presso il Tribunale per i Minorenni di Catanzaro, che, ha già fissato udienza (giorno 14 marzo) per ripristinare la potestà genitoriale della Di Iorio, dal momento che, davanti al Tribunale di Paola, sono caduti, tra le tante accuse mosse alla Di Iorio, i gravi fatti di spaccio, contestati con aggravante dell’uso del minore.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Scalea, in fiamme un deposito di uno stabilimento balneare - VIDEO
 
Cosenza, presentato l'evento 'Calabria Orienteering' - VIDEO
 
L'intervento del sindaco Licursi al consiglio Provinciale di Cosenza
 
Scalea, ufficializzato il comitato "Mare pulito” - VIDEO
 
San Ferdinando, la testimonianza dell'on. Bossio (Pd) allo sgombero della baraccopoli - VIDEO -
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.