Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Dom26052019

Ultimo Aggiornamento:11:06:59

Pubblicità:
Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Santa Domenica Talao, estorsione: ai domiciliari Pandolfi

Santa Domenica Talao, estorsione: ai domiciliari Pandolfi

  • PDF

SANTA DOMENICA TALAO – 28 mar. - Dal carcere agli arresti domiciliari, nella città di Milano, Lorenzo Pandolfi, 25 anni, accusato di estorsione col metodo mafioso. Il giovane, difeso dagli avvocati Luigi Bottino e Giuseppe Pizzimenti era stato tratto in arresto con altre persone per aver messo delle bottiglie incendiarie sui mezzi della “Eds infrastrutture spa” per i lavori che stava effettuando a Santa Domenica Talao. «Stai lavorando da due settimane qua e non ci hai interpellati.

La nuova decisione nell’ambito del processo per associazione mafiosa che ha coinvolto il “Boss della Montagna” e i suoi presunti affiliati. Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha disposto la sostituzione della misura cautelare in carcere con quelli degli arresti domiciliari per Lorenzo Pandolfi, 25 anni, del posto. Nell’operazione per associazione mafiosa che ha coinvolto il paese di Santa Domenica Talao, Pandolfi considerato l’esecutore degli ordini impartiti dal presunto boss era stato arrestato dai carabi nieri della Compagnia di Scalea, su disposizione della Dda, insieme ad altri soggetti della zona, con l’accusa di associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di una ditta: edile la Eds infrastrutture spa. In particolare, Pandolfi era stato tratto in arresto unitamente ad altre persone in quanto avrebbe collocato delle bottiglie incendiare su mezzi della “Eds Infrastrutture S.p.A.”. La ditta, in cambio, per poter effettuare i lavori avrebbe dovuto consegnare una somma di denaro, in caso contrario la situazione sarebbe diventata difficile per l'azienda.

Ad ogni modo, l’Avv. Giuseppe Pizzimenti aveva presentato istanza di sostituzione della misura per il proprio assistito e il Tribunale di Catanzaro ha accolto in pieno la tesi difensiva dell’avvocato disponendo la sostituzione della misura di custodia cautelare con quella degli arresti domiciliari, in attesa del processo. In questa brutta vicenda che ha coinvolto il paese di Santa Domenica Talao l’istanza dell’avvocato Pizzimenti al momento è l’unica ad essere stata accolta.. Il fermo era stato effettuato dai carabinieri di Scalea, a fine gennaio, con il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia. 

La richiesta dei legali: “in considerazione della mancanza di qualsivoglia circostanza di fatto indicativa di un concreto e attuale pericolo per l’acquisizione o la genuinità della prova”, anche dell’incensuratezza e giovane età dell’indagato e della circostanza che il complice è attualmente ristretto in carcere e “dell’asserita assenza di concretezza e attualità del pericolo di recidivanza”. Il giudice ritenuta raggiunta la prova cautelare a carico dell’indagato, ha ravvisato il pericolo di reiterazione del reato in relazione alla gravità della condotta, sintomatica di pericolosità delinquenziale ha accolto la richiesta di sostituzione della misura, fondata tra l’altro sulla possibilità di eseguirla in territorio distante dai fatti in contestazione, ha concesso gli arresti domiciliari a Milano.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Scalea, fra poco più di un mese arriva la nave Amerigo Vespucci
 
Scalea, conclusa la XIII edizione del festival degli scacchi
 
Maierà, Affari in famiglia: gli arresti, i particolari - VIDEO
 
Maierà, Affari in famiglia: conferenza stampa - VIDEO
 
Una famiglia di cinghiali avvistata a Scalea - VIDEO
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.