Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Mer22052019

Ultimo Aggiornamento:02:48:30

Pubblicità:
Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Maierà: 'Affari in famiglia': la questione del ramo d'azienda

Maierà: 'Affari in famiglia': la questione del ramo d'azienda

  • PDF

MAIERA' – 9 apr. - Un'indagine complessa, quella della Guardia di finanza, che è entrata con minuziosa e costante attività all'interno di ogni documento che è stato possibile esaminare.“Affari in famiglia”, l'indagine che ha portato all'arresto degli imprenditori Giacomo e Gino De Marco, padre e figlio, è molto tecnica. Lo hanno spiegato nel corso della conferenza stampa di giovedì, il procuratore Pierpaolo Bruni, il colonnello Marco Grazioli, ed il tenente Federico Gragnoli. Difficile andare fino in fondo, è stato sottolineato, perchè parte della documentazione non è stata trovata.

Nell'indagine della Guardia di finanza si guarda con attenzione alla questione del ramo d'azienda ceduto più volte. “Le tre realtà imprenditoriali riconducibili alla famiglia De Marco hanno operato, alternativamente nel corso degli anni, nell’ambito di contratti di appalto con la Pubblica amministrazione attraverso l’unico ramo d’azienda costituitosi in capo alla ditta individuale Giacomo De Marco, ramo d’azienda dotato di una serie di attestazioni Soa funzionali alla partecipazione alla gare pubbliche. Tra le società, tutte riconducibili alla famiglia De Marco, sono stati stipulati due contratti di affitto e un contratto di vendita aventi ad oggetto sempre il medesimo ramo d’azienda, ovvero quello afferente l’attività di costruzione.

Detto ramo d’azienda in data 21 dicembre 2007 viene ceduto in fitto, per soli euro 15.000 annui, dalla ditta individuale De Marco Giacomo alla società Immobiliare Costruzioni De Marco S.r.l. che, fino a quel momento, come si evince dalle dichiarazioni fiscali presentate, non aveva un volume d’affari rilevante, volume d’affari che si incrementa proprio dopo tale locazione; utilizzando il ramo d’azienda ceduto, dotato di attestazioni Soa, la società Immobiliare Costruzioni De Marco Srl vince il primo bando pubblico, con contratto di appalto stipulato il 26.6.2009 con l’Amministrazione provinciale di Cosenza per un valore di oltre un milione di euro”. Successivamente, in data 28 ottobre 2010, il ramo d’azienda, con esclusione di pochi beni, viene venduto dalla ditta individuale Giacomo De Marco alla società De Marco Costruzioni S.r.l. per il prezzo complessivo pari a 2.000 euro, di cui 1.500 euro a titolo di avviamento. Infine, sempre lo stesso ramo d’azienda, comprensivo anche delle voci non vendute alla De Marco Costruzioni Srl, in data 1 giugno 2011 viene ceduto in fitto da quest’ultima nuovamente alla società Immobiliare Costruzioni De Marco Srl, per la cifra di 1.200 euro annuali; il contratto ha la durata di 8 anni, prorogabili tacitamente.

“Le operazioni di vendita e affitto – si legge - sono state effettuate tra soggetti appartenenti al medesimo nucleo familiare e, considerato il fallimento della De Marco Costruzioni Srl (poi Scalea Costruzioni Srl), non appaiono rispondere ad effettive esigenze di razionalizzare del patrimonio delle imprese e società riconducibili alla famiglia De Marco ma, piuttosto, manifestano la evidente intenzione degli indagati di sottrarre beni e utilità finanziarie al soddisfacimento dell’erario e dei creditori sociali, rendendo inefficaci le procedure di riscossione coattiva. Basti infatti considerare che il primo contratto di affitto del ramo d’azienda, stipulato il 21.12.2007 tra la ditta individuale De Marco Giacomo e la società Immobiliare Costruzioni De Marco Srl amministrata dal figlio Gino (precedentemente amministrata dallo stesso De Marco Giacomo con la denominazione Maierà Costruzioni Srl), interviene nel momento in cui l’impresa individuale era gravata da pesanti debiti erariali poiché il totale delle somme iscritte a ruolo è pari a 5.843.604 di euro. Appare dunque chiara la volontà degli indagati di spossessarsi del complesso aziendale facente capo all’impresa individuale De Marco Giacomo, oggetto di procedure di riscossione coattiva dall’erario”.

LA CONFERENZA STAMPA 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Scalea, fra poco più di un mese arriva la nave Amerigo Vespucci
 
Scalea, conclusa la XIII edizione del festival degli scacchi
 
Maierà, Affari in famiglia: gli arresti, i particolari - VIDEO
 
Maierà, Affari in famiglia: conferenza stampa - VIDEO
 
Una famiglia di cinghiali avvistata a Scalea - VIDEO
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.