Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar20082019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Scalea, consorzio sommerso dal contenzioso, condannato alle spese

Scalea, consorzio sommerso dal contenzioso, condannato alle spese

  • PDF

SCALEA – 3 lug. - E' una delle tante cause con condanna ai danni dell'ente che, forse, poteva essere evitata e che ha generato l'ennesimo danno economico alle casse del consorzio di Bonifica. La corte d'Appello di Catanzaro ha condannato il consorzio di bonifica con sede a Scalea a rifondere alla controparte, tre lavoratori, difesi dall'avvocato, Giuseppina Angela Turano, le spese del giudizio di appello.

La sentenza del tribunale di Paola era stata pubblicata il 21 dicembre 2017. Si continua, secondo alcuni dipendenti dell'ente, ad alimentare contenziosi che continuano a mettere in difficoltà il consorzio di Bonifica. Per la cronaca, la sentenza di primo grado, del tribunale di Paola aveva stabilito che i tre ricorrenti avevano diritto all'inquadramento nel quinto livello, con decorrenza dal mese di gennaio 2008; e già in primo grado era stata condannata la parte convenuta a corrispondere ai lavoratori le consequenziali differenze retributive, pari a circa 24mila euro. Il consorzio era stato condannato anche alla rifusione delle spese di lite in ragione del 50%.

Le spese di consulenza tecnica erano state addebitate interamente al consorzio. Gli impiegati, alla luce della decisione della corte d'Appello, hanno inviato una comunicazione all'ex commissario, ricordando che poteva essere evitato un nuovo incarico al legale per l'appello, in quanto i termini erano ampiamente scaduti. “Fece orecchio da mercante e, consigliato dai dirigenti dell'ente, che, a torto, erano convinti di perseguire la via giusta, avete ottenuto il risultato della sentenza appena emessa, procurando all’ente un ulteriore danno economico. Tutto ciò al fine di non pagarci il dovuto e mettendo in atto un gioco (perverso) che produceva all’ente un effimero momentaneo guadagno di cassa, che successivamente si sarebbe però tramutato in una ulteriore perdita economica. Tutto ciò – si fa presente - in un ente sull’orlo del dissesto.

Questa sentenza unita alle obiettive e sacrosante considerazioni verrà inviata al governatore della Calabria e all’on. Aieta quale presidente della commissione bilancio. Una delle principali cause del precario stato economico dell’ente, crediamo sia da attribuire alla mole di contenziosi che l’hanno visto soccombere e l'ex commissario, rispetto alle nostre giuste ragioni, nulla ha fatto, se non seguire i desideri di chi voleva accumulare incarichi legali, che hanno portato qualche euro in più nelle tasche degli stessi legali e molti in meno in quelle dell’ente. La cosa ancor più grave è che gli amministratori continuano sulla falsariga dei loro predecessori ad alimentari contenziosi che certamente stanno spalancando le porte al fallimento del Consorzio di Bonifica Valle Lao”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.