Miocomune.it

La tua informazione locale

Ven06122019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Scalea, giù con la maschera integrale: salvato dal personale del lido

Scalea, giù con la maschera integrale: salvato dal personale del lido

  • PDF

SCALEA – 3 ago. - Ha rischiato di morire dopo aver indossato una maschera integrale. Un bagnante di origine campana è stato recuperato dal personale e dai responsabili del lido “Il Bilionaire”. Il turista ha indossato la maschera, venduta da un noto marchio internazionale, buona per guardare il fondo in superficie. Ad un certo punto ha pensato di scendere sul fondo marino per un paio di metri.

La maschera che dovrebbe riciclare la stessa aria emessa da chi la indossa, si è invece bloccata non permettendo al bagnante di respirare aria. Secondo una prima ipotesi, potrebbe aver respirato anidride carbonica e tale situazione avrebbe generato la perdita dei sensi. Il bagnino dello stabilimento balneare ed anche il proprietario esperto sub si sono accorti che il turista era rimasto immobile in superficie e si sono subito tuffati in acqua. Dopo aver recuperato l'uomo, hanno iniziato a praticare le manovre di primo intervento e la respirazione toracica. Il villeggiante, dopo qualche secondo ha ripreso a respirare con il sollievo di tutti, soprattutto dei familiari. L'azienda produttrice, nelle avvertenze evidenzia: “la maschera è ideata per lo snorkeling in superficie. Con questa maschera, l’apnea non è consigliata per più ragioni: il sistema “Dry top stop water” è inefficace in posizione orizzontale quando si immerge la testa sott’acqua, il volume di aria contenuto sarà molto più importante rispetto a quello di una maschera tradizionale.

A partire da un metro di profondità, la pressione esercitata sul viso diventerà molto fastidiosa. In apnea, sarà indispensabile effettuare una decompressione chiudendo le narici con le dita e soffiando delicatamente, come quando ci si soffia il naso (è detta la manovra di Valsalva), ciò permette di bilanciare la pressione delle orecchie e di non perforare i timpani. La maschera impedisce il movimento di decompressione poiché il naso non è accessibile»”. Ci sono diversi casi simili: un uomo che si trovava in Oman, non era la prima volta che faceva snorkeling, nonostante soffra di un problema respiratorio a causa di una scoliosi molto marcata e la maschera non era dunque idonea, si era immerso insieme ad altri colleghi e dopo un po' non era risalito a galla. Era rimasto con la faccia rivolta verso il fondale e la schiena a pelo d'acqua. L'uomo ha avviato una causa con l'azienda produttrice sostenendo che bisognava prestare maggiore attenzione. 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.