Miocomune.it

La tua informazione locale

Dom20102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Sangineto, migliorano le condizioni di Camilla, la bimba caduta dal II piano

Sangineto, migliorano le condizioni di Camilla, la bimba caduta dal II piano

  • PDF

SANGINETO – 6 ago. - La notizia buona che arriva da Cosenza, dall'ospedale dell'Annunziata, è che Camilla, la bimba caduta dal secondo piano, sta sensibilmente migliorando e da ieri pomeriggio, i medici, l'hanno dichiarata fuori pericolo. 

Insomma, il peggio sembra essere passato. Certo, ancora restano diversi problemi da risolvere che, si spera, con il tempo verranno sempre più assorbiti dalla grande vitalità della piccola di quattro anni che ha fatto stare in pensiero la grande comunità dell'alto Tirreno cosentino e non solo. La piccola Camilla viene seguita costantemente dall'équipe dei medici dell'Annunziata.Le condizioni vengono attualmente definite stazionarie. Nessuno si sbilancia, ma i segnali sono positivi. Come si ricorderà, la bimba, nel pomeriggio di sabato scorso intorno alle 14.00, secondo una dinamica che viene man mano ricostruita con vari particolari, era caduta da un'altezza di circa nove metri, lanciandosi dal secondo piano con l'intento di raggiungere un gruppo di ragazzini che stava giocando nel cortile del fabbricato. La vicenda ha fatto discutere molto. È nato un dibattito sull'accaduto.

La Procura di Paola ha aperto, come atto dovuto, un fascicolo di indagine, affidato ai carabinieri della compagnia di Scalea. La famiglia è seguita, nelle pratiche legali, dall'avvocato Amerigo Cetraro. Il legale mantiene contatti costanti con gli uffici e con i componenti del nucleo familiare. Scongiurato il pericolo e a mente fredda, la vicenda appare sempre più come un evento difficile da controllare. Questo perchè, si apprende, le precauzioni prese dai genitori Gemma e Gianluigi, che tutti definiscono molto attenti, sono tante. La dinamica, sull’accaduto che sarebbe durato davvero una manciata di secondi, sarebbe stata ricostruita. In pratica la piccola, eludendo il controllo costante dei genitori e delle persone presenti in casa nel pomeriggio di sabato scorso, intorno alle 14.00, avrebbe accostato una sedia della cucina all'inferriata del balcone e si sarebbe sbilanciata in avanti. E quindi la caduta. Momenti di grande panico. La richiesta dei soccorsi. Il trasferimento in ospedale a Cosenza. La vicinanza della comunità. Nella stessa serata una veglia di preghiera per sostenere la famiglia nel difficile percorso.

A distanza di qualche giorno, si è aperto un grande spiraglio. In quella casa, rivela chi conosce la famiglia, erano state adottate tante precauzioni. L'inferriata era stata fatta precedentemente alzare di ben dieci centimetri con un'aggiunta che l'aveva portata a un metro e 3 centimetri, quindi sicuramente a norma. La piccola non viene mai lasciata sola in casa. E addirittura, si apprende, nella stanzetta dei figli sono state tolte le maniglie delle persiane esterne per evitare aperture non controllate. Ad avvalorare la tesi che si sia trattato davvero di un vento difficile da controllare sono i tanti conoscenti della coppia di Sangineto che confermano le continue attenzioni verso i figli.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.