Miocomune.it

La tua informazione locale

Dom19012020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cronaca Scalea, Don Orazio è tornato alla casa del Padre

Scalea, Don Orazio è tornato alla casa del Padre

  • PDF

SCALEA – E' morto quasi in contemporanea con l'inizio del pontificato di un Papa buono. Don Orazio Guaragna era il sacerdote buono che curava allo steso modo ogni pecorella. Se ne è andato all'età di 77 anni il parroco della chiesa del centro storico, la Patrona di Scalea, Santa Maria d'Episcopio. Non c'è cittadino di Scalea che non ricordi di averlo visto accompagnare le solenni processioni con la semplicità che lo contraddistingueva. I funerali di Don Orazio Guaragna si svolgeranno lunedì mattina, a partire dalle ore 10.00 nella “sua” chiesa del centro storico.

Don Orazio aveva iniziato il suo impegno sacerdotale il 9 luglio del 1961 a Francavilla Marittima. L'amministrazione comunale di Scalea ha proclamato per lunedì, il lutto cittadino invitando tutti i residenti, le attività commerciali, le organizzazioni sociali e produttive di Scalea “ad esprimere un segno di raccoglimento e di pubblico rispetto durante le esequie”. Ercole Serra, presidente del Comitato Cimalonga, che ha sede proprio nel borgo antico ha scritto: «Nell'apprendere, questa mattina, l'immatura scomparsa di Don Orazio Guaragna, parroco della Comunità di Santa Maria d'Episcopio, sono stato colpito da infinita tristezza e commozione. Con la scomparsa del Caro Don Orazio, Scalea ha perso una figura di presbitero, umile e, nel contempo, carismatico. Egli ha svolto il suo ministero sacerdotale fondamentalmente sulla spiritualità ed essenzialità. Le sue omelie erano caratterizzate da esegesi limpide e semplici, cioè alla comprensione di tutti. Su alti valori spirituali era fondata l'attività pastorale di Don Orazio che iniziò nei primi anni del 1960 proprio nella secolare Chiesa di Santa Maria d' Episcopio. Egli ha voluto portare la Croce della sua missione fino all'ultimo istante della sua vita terrena. Sono vicino a tutti i Parenti, alla Diocesi di Scalea ed all'intera Comunità parrocchiale. Insieme, certamente piangiamo il nostro amato Pastore e preghiamo per lui perchè il Signore l'accolga in Paradiso fra le sacre braccia della Madonna del Carmine di cui era tanto devoto».

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.