Miocomune.it

La tua informazione locale

Dom17112019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cultura Bonifati, convegno su torri e castelli del Tirreno

Bonifati, convegno su torri e castelli del Tirreno

  • PDF

BONIFATI – 11 ott. - Un convegno su: Torri e castelli del Tirreno cosentino la discussione sul progetto per la tutela e la valorizzazione turistico - culturale dell’architettura difensiva. Nella Chiesa di San Francesco da Paola a Cittadella del Capo, la delegazione della Soprintendenza guidata dal Dirigente Architetto Luciano Garella. Presenti anche il presidente del Parco marino, Ciriaco Astorino, ed il Docente dell’Unical, Sociologia del Turismo, professore Tullio Romita, le Amministrazioni comunali di San Marco Argentano, Guardia Piemontese e Sangineto, numerosi studenti dell’Unical e delegazioni di cittadini da Tortora, Scalea, Diamante, Belvedere, Sangineto, Cittadella, Cetraro, Acquappesa, Fuscaldo, Paola.

Il Parroco, don Giovanni Celìa, ha accolto i partecipanti all'incontro. Ha coordinato il Presidente del Consorzio Pro-Loco, Grosso La Valle. Il circolo culturale Città di Fella, cui la Regione aveva affidato la catalogazione dell’architettura difensiva già nel 1990, ha sottolineato l'importanza di un convegno “non-campanilistico”, di carattere scientifico, che vuole innanzitutto dimostrare che il turismo culturale non è economia sovrastrutturale, ma per il Tirreno cosentino programma economico primario. Per la Pro-loco il programma di valorizzazione di torri e castelli del Tirreno, può e deve entrare nei fondi europei, “soprattutto in una zona in cui nulla la Regione Calabria ha destinato a questo grande giacimento culturale”. Si chiede al nuovo assessore regionale alla Cultura di riproporre e rilanciare la legge regionale per gli apprestamenti difensivi in Calabria. Il Wwf: “Stigmatizza la linea della Regione e di quei Comuni che hanno preferito le opere pubbliche grandi ed inutili come porti inquinatori ed erosori oppure aeroporti del nulla, che non hanno portato e non porteranno turismo di qualità nei 12 mesi, assieme ad un programma di forte potenziamento del trasporto su rotaia e di collegamenti con il meraviglioso entroterra. Bisogna puntare ai Campi-Scuola autunnali e di primavera del turismo didattico, ai percorsi per la terza età, ai 12 mesi possibili del turismo culturale di qualità.

Si deve puntare ad entrare nei programmi didattici, permanenti, delle scuole del Tirreno cosentino e della fascia pedemontana. Significativo che i due Comuni più attivi nella preparazione di questo convegno scientifico – è stato detto - siano legati a percorsi che uniscono la valorizzazione dell’architettura difensiva con la specificità delle due minoranze: gli ebrei a Santa Maria del Cedro e gli occitani a Guardia Piemontese”. Il Presidente del Parco, Ciriaco Astorino, ha poi ribadito come questo progetto coinvolga: “il versante tirrenico del Parco del Pollino ed il Parco Marino Riviera dei Cedri, con la ricchissima fauna e soprattutto con la flora”. Articolatissima la relazione di Tullio Romita dell’Unical che chiede che i fondi pubblici per il turismo siano negati a quelle Amministrazioni che non tutelano i beni del territorio, “che poi sono la base essenziale per il turismo di qualità ed il benessere di chi lo abita e lo visita”. Chiede che le relazioni ed i filmati scientifici “possano costituire lezione all’interno dei suoi Corsi all’Unical”. Il Soprintendente Garella conferma che “la tutela dell’architettura difensiva rientra nel programma strutturale del suo Ufficio ed elenca le difficoltà a recepire le esigenze, spesso molto particolari, dei Comuni”, ma rivendica “il rapporto con il territorio tramite l’Unical, gli Uffici del Miur e le Scuole e l’associazionismo propositivo come quello qui organizzatore del Convegno. Lo Stato, l’ufficio che rappresento, non è controparte ma strumento di tutela e valorizzazione del territorio”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.