Miocomune.it

La tua informazione locale

Ven18102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Cultura Scalea, scuole elementari prime al Problem solving

Scalea, scuole elementari prime al Problem solving

  • PDF

SCALEA – 25 apr. - La scuola elementare di Scalea accede alle gare nazionali di “Problem solving”. Le olimpiadi che si svolgono su tutto il territorio nazionale coinvolgendo gli alunni delle scuole italiane in prove di abilità nella gestione di informazioni strutturate. Si partirà il prossimo 18 maggio per partecipare alla finale nazionale che si tiene a Roma. La scuola è già arrivata anche negli anni passati alle gare nazionali piazzandosi sempre in buone posizioni. Organizzatore dell'evento è il Ministero della Pubblica istruzione.

La scuola elementare di Scalea ha partecipato con tutte le Quinte classi. Le prime prove si sono svolte nello stesso istituto di via Fazio Degli Uberti. Il successivo gradino ha visto impegnati gli alunni a livello regionale. Lo scorso 17 aprile, al termine della gara regionale ufficiale, la scuola di Scalea si è classificata al primo posto con un punteggio di 70,56 centesimi. L'ottimo risultato è stato raggiunto su diciassette scuole partecipanti. Per la finale romana è stato scelto un alunno per ogni quinta classe, ma il risultato positivo è stato raggiunto anche grazie al lavoro di squadra compiuto da tutti gli alunni che hanno preso parte ad ogni livello alla competizione. Ad assistere i giovani alunni sono stati i referenti del progetto, gli insegnanti Laura Perrotta e Francesco Silvestri che accompagneranno i quattro alunni anche alla finale nazionale di Roma. Per la V A parteciperà Fabrizio Grosso, per la V B ci sarà Francesca Di Bella; per la V C, Lemmo Farace; per la V D, infine parteciperà Luca Pinnola.

«Qualsiasi risultato – hanno detto gli insegnanti – sarà comunque positivo per la buona affermazione di tutti gli alunni che hanno partecipato all'evento con grande attenzione e preparandosi in maniera seria». La dirigente Giuseppina Grisolia ha accolto con favore il risultato regionale che ha portato la scuola di Scalea al vertice della gara di Problem solving. «Siamo certi – ha detto – che anche a Roma sapremo fare belle figura». L'iniziativa persegue una doppia finalità: sfruttare la potenziale pervasività applicativa della metodologia del problem solving; avviare e consolidare una vision informatica, quindi non solo tecnologica, negli alunni sin dai primi anni di formazione, mobilitando processi e prodotti affinchè l’informatica assuma la connotazione di disciplina scientifica, fruibile come “metodo concettuale che consente di formalizzare e risolvere problemi in ogni campo”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.