Miocomune.it

La tua informazione locale

Mer20112019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Scalea, nuova società di gestione per l'aeroporto

Scalea, nuova società di gestione per l'aeroporto

  • PDF

SCALEA – 12 giu. - C'è una notizia certamente positiva per la viabilità e per i trasporti in generale. Un'infrastruttura attiva e funzionale sognata da anni dagli imprenditori turistici e dai cittadini, non soltanto di Scalea, ma dell'intera fascia tirrenica, della costa e dell'entroterra lucani, della bassa Campania. C'è una società, la Aeroporto di Scalea Srl, che si occuperà della gestione operativa e tecnica dell'aviosuperficie fino all'anno 2030. Si arriverà alla totale efficienza. “Le operazioni di gestione, che per nove anni (e fino al mese scorso), sono state difficili e complesse, senza permettere alcun tipo di sviluppo sul territorio di un’opera di primaria importanza – spiega la società - finalmente, con la definizione degli accordi sulla gestione operativa, e con la realizzazione immediata delle ultime opere infrastrutturali, possono essere definite ed integrate in un programma per lo sviluppo del bacino di utenza dell'infrastruttura stessa”.

La pista, utile per 1.400 metri, con ulteriori 200 metri di servizio, era stata realizzata dai 14 comuni dell'alto Tirreno con la partecipazione della Provincia di Cosenza per una spesa di 24 miliardi delle vecchie lire. “Oggi – spiega la società - la struttura sarò oggetto di un ripristino totale, architettonico ed edile, che la renderà più confacente all'uso come terminal "pubblico" e pista di volo. Le attività operative incrementeranno gli ormai consolidati circa 4.000 movimenti annuali di aeromobili gestiti localmente”. Le attività di sviluppo infrastrutturale, invece, si possono dividere in tre blocchi:

il ripristino dell'infrastruttura esistente, collegamento con ss18, realizzazione del terminal bus, etc. Una seconda tranche servirà per l'adeguamento delle infrastrutture di volo fino a diventare un aeroporto privato, di pubblica utilità, aperto al traffico commerciale. Il terzo momento sarà quello dell'integrazione delle attività aeroportuali nel territorio, con voli charter e "pacchettizzati".

“La struttura – confermano - dai prossimi anni sarà al servizio di un territorio che ricopre tre regioni, e, nei progetti, prevede il coinvolgimento dell'area del Vallo di Diano, lagonegrese, Golfo di Policastro, costa tirrenica cosentina nord ed area ovest del Parco del Pollino. Nella struttura si insedieranno, da progetti già approvati e definiti del gestore (Aeroporto di Scalea Srl), una compagnia di volo di linea, sia passeggeri che cargo, mentre, nel Terminal passeggeri saranno disponibili piccole attività commerciali e piccole attività di servizi peri i turisti (Rent-a-car, Info-Point, etc.)”. Si apprende poi che con il terminal bus, la Società di gestione intende creare una "facility" commerciale per le società di trasporto passeggeri su gomma (autobus) sia di linea che "a noleggio".

“La società di gestione – si apprende ancora - inoltre, sta valutando le infrastrutture necessarie anche per "connettere" la vicina stazione ferroviaria all'aeroporto, al fine di creare una maggiore offerta di possibilità di spostamento lungo la direttrice tirrenica (Paola-Sapri). E' interesse della società di gestione di collaborare con il territorio locale, per definire una serie di azioni da intraprendere al fine di supportare lo sviluppo sano e coerente dello stesso”. Il periodo di gestione durerà 25 anni, e la società prevede di investire oltre 10 milioni di euro di privati nel periodo. Avrà una forte valenza internazionale, poiché si intendono impiegare molte risorse anche per un marketing adeguato che promuoverà voli da e per il centro/nord dell'Europa.

“La struttura non è, e non sarà, in concorrenza con altre strutture aeroportuali più grosse spiegano - operando in un mercato di nicchia ed in un bacino inaccessibile ad altre strutture. Inoltre, il "carattere privato" dell'infrastruttura non richiede finanziamenti pubblici per la gestione operativa con vettori "invitati ad operare" sul territorio, ma avrà, anzi, un sano ed oculato, impiego commerciale rivolto solo a quei mercati che saranno redditizi per il miglioramento e lo sviluppo del Territorio”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.