Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Mer24072019

Ultimo Aggiornamento:10:33:21

Pubblicità:
Indietro Tirreno Tirreno News Politica S. Nicola Arcella, Arcomagno: Italia nostra chiede la messa in sicurezza

S. Nicola Arcella, Arcomagno: Italia nostra chiede la messa in sicurezza

  • PDF

SAN NICOLA ARCELLA – 30 apr.- Gli ambientalisti di Italia nostra hanno inviato una lettera aperta al presidente della Regione, Mario Oliverio; al consigliere regionale Giuseppe Aieta; alla giornalista Selvaggia Lucarelli sul “caso” dell'Arcomagno. Un'occasione per riflettere, scrivono Carlo De Giacomo, rappresentante nazionale di Italia Nostra e Roberto Laprovitera del presidio di Praia a Mare. La spiaggia dell’Arcomagno, quella che compare nella ormai famosa pubblicità sui depliant della Ryanair, è attualmente interdetta per motivi di sicurezza e pubblica incolumità. Il sindaco, Barbara Mele, è subito intervenuto per ricordare la presenza del divieto e per chiedere la rimozione della pubblicità considerato che il sito non sarebbe visitabile.

“La vicenda ha dato il via ad un botta e risposta interistituzionale – scrivono dall'associazione Italia Nostra - che ha visto da una parte il primo cittadino di San Nicola Arcella rinnovare la richiesta di un finanziamento per un progetto di messa in sicurezza del sito già presentato in Regione Calabria, e dall’altro il Presidente Oliverio che, tramite il consigliere regionale Giuseppe Aieta, fa sapere che il finanziamento verrà erogato al fine di rendere nuovamente fruibili ai visitatori la grotta e la spiaggia dell’Arcomagno”. Italia Nostra ha sottoposto la situazione all’attenzione del ministero dell’Ambiente, il quale ha richiesto la verifica di quanto segnalato e documentato ed eventualmente l’assunzione di azioni necessarie alla risoluzione della problematica. “Nel tentativo di contribuire attivamente alla soluzione di un problema che, per sua natura, interessa trasversalmente istituzioni, associazioni, singoli cittadini – si legge - Italia Nostra ha chiesto verso la fine del 2015 l’attivazione di finanziamenti per la bonifica dei fondali che avrebbero potuto trovare accoglimento in diverse sedi, come è stato promesso per l’Arcomagno. Ma nonostante l’accuratezza delle indicazioni, allo stato la proposta è rimasta inascoltata dalle istituzioni cui è stata rivolta”.

Per Italia Nostra: “Serve finanziare la messa in sicurezza dell’Arcomagno, le opere di bonifica che si rendano necessarie per i fondali dell’isola Dino, serve ripensare al territorio, alle sue potenzialità e alle sue criticità, al fine di attuare delle azioni di sviluppo che non siano solo improntate ad uno sfruttamento sterile e dannoso, ma ad un’unione di progresso e conservazione che migliori il nostro modo di trarre profitto dall’inestimabile patrimonio ambientale ancora a nostra disposizione”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Scalea si prepara a festeggiare la sua Patrona - VIDEO -
 
A Grisolia il workshop sul 'diritto' nel settore agricolo
 
Scalea, solenne incoronazione e intronizzazione della Madonna
 
Scalea in piazza 2019, anteprima: le interviste- VIDEO
 
Scalea, firmata la convenzione fra comune e "Mare pulito”
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.