Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar21012020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Sul Tirreno la stagione estiva è partita con difficoltà

Sul Tirreno la stagione estiva è partita con difficoltà

  • PDF

SCALEA – 11 lug. - Operatori turistici in attesa di intensificare il lavoro; agenzie immobiliari pronte ad incrementare i contatti; commercianti in attesa di far quadrare i bilanci annuali. Basta dare un'occhiata alla Statale 18, o corso Mediterraneo, per capire che le presenze sul Tirreno cosentino sono in netto calo. Potrebbe essere la prossima la settimana buona. A Scalea nei prossimi giorni si festeggerà la Madonna del Carmine, patrona della cittadina. Le attese dei commercianti e degli operatori turistici sono tante. La stagione estiva, però, al momento sembra essere partita molto sonnacchiosa. Qualche movimento si registra nelle strutture turistiche organizzate, negli alberghi.

Ma le abitazioni dei villeggianti sono ancora chiuse. In sensibile calo anche gli affitti degli appartamenti. In molte zone campeggia ancora il cartello “affittasi a luglio e ad agosto”. A lamentarsi, per primi sono i commercianti e le agenzie immobiliari. Il proprietario di uno stabilimento balneare parla di un calo di un buon 20% rispetto allo scorso anno. “Ancora abbiamo molti ombrelloni chiusi e non ci sono le richieste dello scorso anno. Speriamo che si possa lavorare di più nella seconda metà di luglio e soprattutto nei venti giorni del mese di agosto, altrimenti l'intera stagione è compromessa”. I segnali, in effetti, non sono positivi. La cartina tornasole è proprio quella degli affitti. Perchè le case, gli appartamenti, generalmente si prenotano nel periodo di Pasqua o, comunque, nei mesi precedenti.

Altri operatori fanno notare come sia cambiato il modo di trascorrere le vacanze. “Possiamo dimenticare le lunghe code di auto che si vedevano sulla Statale 18 nei primi e ultimi giorni di luglio e si ripetevano anche ad agosto. Quasi nessuno trascorre una lunga villeggiatura di un mese e se il periodo è quello, in molti, preferiscono dividere i periodi inserendo anche settimane in altri luoghi”. Il dato è emerso anche nella recente conferenza sul turismo: “Sono lontani gli anni delle vacanze di massa sulla costa tirrenica – è stato detto -; oggi bisogna essere competitivi con le località di tutto il mondo.

«Stiamo lavorando – ha detto il presidente Oliverio - per togliere dall’isolamento la nostra regione potenziando e migliorando i collegamenti interni ed esterni, l’accoglienza, la ricettività, la qualità delle acque. L’obiettivo è quello di intercettare nuovi flussi turistici e rendere sempre più attrattiva questa nostra terra. Contestualmente abbiamo recuperato e messo sul binario della operatività strumenti importanti che la Commissione Europea pone come “conditio sine qua non” per accedere alle risorse».

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.