Miocomune.it

La tua informazione locale

Mer16102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Diamante, proposta una Task force sui servizi turistici

Diamante, proposta una Task force sui servizi turistici

  • PDF

DIAMANTE – 22 lug. - Una task force sui servizi turistici. É la proposta dei due gruppi consiliari di opposizione: “Diamante & Cirella per una Diamante migliore” e “Diamante futura”, rappresentati rispettivamente da Antonio Cauteruccio e Giuseppe Pascale. Il progetto è stato inviato al Presidente del Consiglio e al segretario comunale dopo aver richiesto ed ottenuto l’inserimento all’ordine del giorno dell'assise del prossimo martedì 26 luglio 2016 di un punto di discussione in materia di: “suolo pubblico, organizzazione, logistica, valorizzazione delle potenzialità e servizi in vista della stagione estiva. Verifica politica alla luce della scarsa presenza dell’Amministrazione sui problemi del territorio comunale che, nel corso della stagione estiva stessa, si amplificano in maniera esponenziale”.

La proposta è quella di porre in votazione e di approvare un atto deliberativo di indirizzo politico, varando un progetto d’emergenza denominato “Task force servizi e turismo” e mirato a potenziare in tempi rapidi e con procedura d’urgenza quattro settori vitali della vita amministrativa e cittadina dal giorno 1 al giorno 31 agosto, “al fine di accogliere le esigenze di cittadini, turisti, commercianti ed operatori turistici”. I punti che la task force dovrebbe affrontare sono cinque. Il pronto intervento per servizio idrico e fognario, il monitoraggio della rete idrica e fognaria per ciò che concerne gli scarichi a mare e le emergenze nello stesso settore. Al secondo punto: “Il servizio rifiuti supplementare e dinamico per attività commerciali, strutture ricettive e stabilimenti balneari da effettuarsi h24 con 2 veicoli e 3 turni di lavoro in modo da rendere un servizio efficiente alle utenze non domestiche e concentrare il canonico appalto sulle utenze domestiche e sullo spazzamento del territorio comunale viste le lacune mostrate dal servizio in questo primo scorcio di stagione estiva”. Ancora: “Il lavaggio delle strade e del lungomare almeno una volta ogni 3 giorni”.

Al quarto punto: “Il coordinamento e protocollo interforze tra Polizia locale e Forze dell’ordine in materia di scarichi abusivi (recepimento e applicazione ordinanza prefettizia in materia di autospurgo) e di sicurezza del territorio comunale costituendo un collettore di segnalazioni in seno al Comando di Polizia municipale e agevolando dunque il lavoro delle Forze dell’ordine”. Ancora: “Una centrale di segnalazioni che abbracci tutti i primi quattro punti istituendo un numero mobile sul quale è possibile telefonare o inviare segnalazione corredata da documentazione fotografica a mezzo whatsapp, come già avviene con eccezionali risultati in tanti altri comuni, per facilitare ai cittadini la possibilità di segnalare situazioni sospette sul territorio sia al nostro comando di polizia municipale, sia agli altri abitanti della zona, aumentando così il sentimento di comunità. Essere comunità, infatti, significa dialogare e fare fronte comune sulle questioni che interessano tutti. Il senso civico rappresenta uno strumento di vita collettiva importante, che influenza profondamente il buon funzionamento di un territorio. Lo strumento proposto va dunque oltre la canonica dimensione sicurezza, creando un riferimento telefonico e un contesto in cui tutti possano riconoscere un’occasione per non sentirsi soli.

Questo servizio ovviamente non sostituisce in alcun modo il grande lavoro che le forze dell’ordine fanno sul territorio, anzi vuole essere un’opportunità per dare una mano in più, individuando attraverso le segnalazioni dei cittadini le zone ritenute più soggette a episodi di microcriminalità, problemi di ordine pubblico, violazioni al codice della strada o reati ambientali. Questo servizio si propone dunque come uno strumento in più a disposizione dei cittadini per sentire le istituzioni vicine, supporta ma non sostituisce in alcun modo le autorità preposte al controllo del territorio. La realizzazione del progetto avviene stanziando- la somma di Euro 20.000 dal gettito dell’Imposta di soggiorno 2016, e prelevandola da una voce di bilancio inizialmente destinata al completamento funzionale dei locali denominati Museo DAC – Emporio Multimediale dei borghi della costa dei cedri ma successivamente liberata, dal momento che il completo funzionale degli immobili sopra citati è finanziato da specifica contribuzione comunitaria(Deliberazione di Giunta Comunale n. 117 del 22 Giugno 2016 Approvazione forniture locali ex dac) per la quota di Euro 20.000 ed a valere sul bilancio Comunale per la quota di Euro 5.000. La somma di Euro 10.000 dalle previsioni di entrata, pari ad Euro 250.000 per l’anno 2016, dei proventi delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della strada(Deliberazione Di Giunta Comunale n.50 del 7 Aprile 2016)”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.