Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun17022020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Belvedere, strisce blu: per l'opposizione delibera illegittima

Belvedere, strisce blu: per l'opposizione delibera illegittima

  • PDF

BELVEDERE – 10 ago. - Sulla problematica legata ai parcheggi e, in particolare, a quelli a pagamento, nel comune di Belvedere Marittimo, il gruppo di opposizione "Ora" scrive al sindaco, Enrico Granata, e all'assessore alla viabilità, Marco LIporace. La richiesta è di modificare alcune delibere, ritenute dai consiglieri d'opposizione del gruppo Ora illegittime. Si chiede di: “aumentare in tutte le ubicazioni gli spazi contraddistinti da strisce bianche non a pagamento; individuare gli spazi contraddistinti da strisce bianche non a pagamento e senza limitazione della durata massima della sosta; (per esempio al Piazzale Stazione si eviterebbero forti disagi ai pendolari, o nel piazzale della Scuola Media e nelle altre ubicazioni non centrali).

Eliminare dagli spazi riservati alla sosta per i diversamente abili il limite massimo di due ore. Adottare le nuove tariffe orarie dal 1 gennaio 2017 così come previsto dalla legge”; “In caso di mancata approvazione entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del Bilancio di Previsione, le tariffe e le aliquote si intendono prorogate di anno in anno”. Con la delibera di Giunta comunale l'Amministrazione comunale ha individuato gli spazi comunali da destinare a parcheggi pubblici a pagamento e ha stabilito che nelle aree contraddistinte da strisce bianche la sosta è consentita per la durata massima di un’ora. Si è ancora stabilito che negli spazi riservati ai diversamente abili la sosta possa essere consentita per la durata massima di due ore; aumentato la tariffa oraria per il periodo dall'1 giugno al 30 settembre da 0.50 a 1 euro.

“Le delibere – scrive il gruppo di opposizione - appaiono palesemente illegittime per i seguenti motivi: il numero degli spazi a pagamento contraddistinti da strisce blu, è di gran lunga superiore, in ogni ubicazione, di quelli contraddistinti da strisce bianche libere e non a pagamento (476 blu, 312 bianche, 28 diversamente abili). Il codice della strada all’art. 7 stabilisce infatti che il Comune deve riservare un'adeguata area destinata a parcheggio non a pagamento. Le Sezioni unite della Corte Suprema, così come ribadito dalla Corte di Cassazione, hanno stabilito che gli Enti locali devono garantire una equa distribuzione dei parcheggi gratuiti e a pagamento. Non sono state individuate aree contraddistinte da strisce bianche libere non a pagamento, senza limiti orari di sosta e senza l’obbligo di esporre il disco orario. Il Codice della strada stabilisce che “i veicoli al servizio di persone invalide autorizzate a norma ovvero munite di contrassegno non sono tenuti all'obbligo del rispetto dei limiti di tempo se lasciati in sosta nelle aree di parcheggio a tempo determinato”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.