Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun17022020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica S. Nicola Arcella: asilo, arcomagno, carenza idrica: 3 interpellanze

S. Nicola Arcella: asilo, arcomagno, carenza idrica: 3 interpellanze

  • PDF

SAN NICOLA ARCELLA – 2 ago. - Tre argomenti in particolare nell'interpellanza presentata al sindaco Barbara Mele, dal capogruppo di “Liberi di cambiare”, Gianpaolo Errigo. La situazione dell'asilo, la scuola materna Filomena Barletta, che, come si ricorderà, era stata messa all'asta; la questione dell'Arcomagno e la situazione idrica. Il consigliere di opposizione spiega che per la vicenda della scuola materna: “Nella seduta consiliare del 27 dicembre 2016 si è votato all'unanimità la proposta della maggioranza e cioè che il Comune acquisisca la scuola materna Filomena Barletta.

Da allora, a parte indiscrezioni di nessuna valenza, non abbiamo avuto più notizie”. L'arcomagno, simbolo di San Nicola Arcella, e, se vogliamo, anche della Calabria balneare. “Già da molti anni – fa rilevare Errigo - a causa di pericoli di frana, è in vigore una ordinanza sindacale, che ne vieta l'accesso. Ordinanza, quotidianamente violata e che l'Amministrazione comunale si guarda bene dal far rispettare. L'estate scorsa è accaduto un episodio, (un tuffo dall'Arcomagno), peraltro visibile sui social, che solo per un caso fortuito non si è trasformato in tragedia. Questa maggioranza – attacca Errigo - che governa da oltre sei anni, a parte le passerelle pre-elettorali ed i selfie effettuati nella primavera scorsa, non ha mai fatto nulla di concreto per risolvere realmente il problema.

Questa amministrazione avrà (riteniamo) solo da poco scoperto che si tratta di un sito privato, sarà per questo che è stata redatta una progettazione, che non prevede neanche l'esproprio o la cessione gratuita”. Infine un problema che si amplifica per la particolare situazione di siccità. “Già da oltre un anno e mezzo – fa notare Liberi di cambiare - questo gruppo consiliare denuncia la grave situazione della rete idrica comunale, il cui stato di vetustà e le gravissime perdite, ci costringono a sborsare alla Sorical cifre esorbitanti rispetto a quanto sarebbe necessario. In uno degli ultimi nostri interventi in Consiglio sulla questione si era anche paventata l'ipotesi, purtroppo avveratasi, che in caso di un inverno siccitoso, avremmo avuto seri problemi, in quanto la Sorical non avrebbe potuto soddisfare le nostre esigenze di acqua, che, a causa delle enormi perdite, sono di due o tre volte superiori al necessario. Si era detto in Consiglio che si sarebbe iniziata almeno una mappatura della rete, mettendo mano contemporaneamente alle perdite più rilevanti”. La Sorical fornisce una portata media di circa 40 litri al secondo, che corrisponde al fabbisogno di una popolazione di circa 15.000 abitanti e, secondo l'opposizione, sarebbe abbondantemente sufficiente se non ci fossero enormi perdite nella rete.

Si chiede, quindi, di voler relazionare in Consiglio: illustrare a che punto sia arrivata la trattativa per l'acquisto dell'asilo, con produzione di copia della corrispondenza epistolare finora avuta con la curatela fallimentare. Quali siano le iniziative che il Comune ha posto in essere per risolvere il problema, anche relativamente alla proprietà del sito dell'Arcomagno. Copia di eventuale corrispondenza con enti o privati in merito all'argomento Quali sono i provvedimenti che l'amministrazione intende adottare per evitare ulteriori e pericolosi incidenti. Sulla situazione idrica, si vuole sapere se sia stata o meno avviata la redazione della mappatura della rete idrica comunale ed in caso positivo si chiede la presa visione di quanto finora effettuato. Quante e quali siano le perdite idriche finora ricercate ed eliminate nell'anno 2017 e la spesa sostenuta. Cosa si intenda fare di concreto per il futuro”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

© riproduzione riservata

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.