Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar21012020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Diamante, la Giunta del sindaco Sollazzo ancora in stallo

Diamante, la Giunta del sindaco Sollazzo ancora in stallo

  • PDF

DIAMANTE – 22 gen. - Si attendono le determinazioni politiche del sindaco Gaetano Sollazzo che, come è noto, nei giorni scorsi ha “azzerato” la Giunta comunale. Una situazione di fermo politico che va ad aggiungersi, secondo le opposizioni, allo stallo contestato già in precedenza. Il sindaco negli ultimi mesi è diventato un po' il bersaglio politico e all'interno della sua ex Giunta la litigiosità è aumentata a tal punto che all'esterno delle mura del “Palazzo” sono venuti fuori anche alcuni episodi accaduti fra componenti dell'esecutivo. L'aria che tira, insomma, non è delle migliori.

E a questo va ad aggiungersi anche la situazione politica delle prossime elezioni amministrative che, nel bene e nel male, influenzano gli equilibri, anche in vista della Giunta da rifare. Non bisogna dimenticare che Diamante è il paese dell'on. Ernesto Magorno che negli ultimi mesi aveva preso un po' le distanze dal sindaco Sollazzo proprio sulla conduzione politico-amministrativa locale. E nella Giunta, Francesca Anna Casella, moglie di Magorno, era anche vice sindaco e assessore alle finanze, bilancio e contenzioso. Inoltre, vi erano state delle evidenti divergenze fra l'assessore ai lavori pubblici Pierluigi Benvenuto e l'assessore esterno al Welfare Mariassunta Urciuolo.

I bene informati raccontano di una accesa discussione avvenuta proprio ai piani alti del Palazzo di città. Posizione critica anche da parte dell'ex assessore al Turismo, Francesco Maiolino. Nella maggioranza si sarebbero formate delle “correnti” che hanno intralciato il pacifico andamento di una amministrazione che dovrebbe navigare in acque tranquille per raggiungere gli obiettivi. Uno fra tutti, quello della realizzazione del porto turistico. Una vicenda chiusa fra l'incudine e il martello.

Una parte della popolazione, associazioni e movimenti che premono per chiudere definitivamente la parentesi con la società concessionaria che non è riuscita a portare a compimento gli obiettivi e quindi per la restituzione dell'intera area del porto; la politica e la burocrazia che invece suggeriscono più moderazione da parte dell'amministrazione comunale che dovrebbe riuscire a trovare una soluzione che non causi ulteriori guai alla cittadina. Non si dimentichi che la società concessionaria ha espresso riserve sulla possibilità di “restituire” l'area portuale al comune di Diamante. Una serie di vicende, insomma, che sembra sostenere la situazione di stallo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.