Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun30032020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Belvedere, Cinque stelle interviene sui cassonetti ancora in strada

Belvedere, Cinque stelle interviene sui cassonetti ancora in strada

  • PDF

BELVEDERE – 17 apr. - I cassonetti per la raccolta dei rifiuti sono presenti in alcune zone della città, nonostante sia stata attivata la raccolta differenziata. Il Movimento Cinque stelle, in particolare il meetup “Amici di Beppe Grillo. Belvedere in Movimento” ha ricevuto una serie di segnalazioni ed ha inviato una richiesta di spiegazioni al sindaco Enrico Granata e all'assessore Vincenzo Spinelli “Per capire come mai, ad oggi, ancora in alcune zone si trovano i classici cassonetti utilizzati prima che partisse la raccolta differenziata.

L'unica risposta logica che ci siamo dati – scrivono gli attivisti M5S - è quella che i cassonetti servano temporaneamente per dare la possibilità di raccogliere i rifiuti dei cittadini residenti nelle zone periferiche (contrade) nell'attesa di 'rodare' il nuovo sistema di raccolta”. Se il problema dovesse sussistere, i pentastellati chiedono che venga risolto in breve tempo, anche in previsione dell'estate. “È ovvio – si legge nella nota - che molti cittadini trovando ancora i cassonetti, non eseguiranno, probabilmente, la raccolta differenziata in modo corretto, di conseguenza troveremo attorno enormi quantità di rifiuti di ogni tipo, che, oltre a dare una pessima immagine al nostro paese, produrranno certamente cattivo odore e di conseguenza problemi di igiene pubblica”. Il movimento Cinque stelle sottolinea anche i ritardi nell'avvio della differenziata. Una situazione che genera difficoltà per la popolazione che ancora non sa come conferire i rifiuti. “Ci rattrista – si legge nella nota - vedere Belvedere, un paese sul mare che si appresta a ricevere i numerosi villeggianti, con pezzi di lungomare da ristrutturare, strade con tante buche e con spazzatura fuori dai cassonetti. Ricordiamo che sarebbe stato importante, anzi fondamentale, prima di iniziare la raccolta differenziata porta a porta, creare l'isola ecologica per avere un'organizzazione logistica ottimale per effettuare nel modo corretto la raccolta”. In merito alla scelta dell'amministrazione che vorrebbe collocare l'isola ecologica nella località Quattromani, i pentastellati ricordano che avevano segnalato la presenza di un terreno, per la creazione dell'Isola, sulla statale 18, in un terreno di proprietà dell'Anas che, al momento, si trova in una situazione di totale abbandono, “per cui potrebbe essere utilizzato per uno scopo utile alla cittadinanza, in quanto lontano dai centri abitati, ben collegato per i mezzi che dovrebbero depositare e trasferire i rifiuti, ed agevole da raggiungere per i cittadini virtuosi che vorrebbero recarsi all'Isola per depositare i propri rifiuti”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.