Belvedere, fino al 12 maggio, i mosaicisti al lavoro in paese

BELVEDERE – 7 mag. - Fino al prossimo 12 maggio, Belvedere Marittimo ospita circa venti mosaicisti, coordinati dal maestro Luigi Impieri. L'iniziativa si inserisce nel progetto "Tutto il lungomare è da aMare", voluto dall'assessorato al Turismo e alla cultura, retto da Francesca Impieri.  I mosaici, come è noto, vengono realizzati, con materiali da recupero, sottratti alla dispersione nell’ambiente, “col fine di riportare al pubblico decoro aree degradate, con la partecipazione e l’impegno di diversi artisti calabresi ed emiliano romagnoli, uniti per restituire al pubblico dominio un’opera d’arte, di cui ogni cittadino, senza distinzione di razza, sesso, età, religione, stato sociale, potrà usufruire”.

E' entusiasta l’assessore Francesca Impieri che anticipa anche un incontro degli artisti con i ragazzi delle scuole belvederesi, che già da due anni portano il loro contributo nel progetto dei mosaici. In seguito alla visita dell’anno scorso in cui la comunità ebraica ha portato delle ceramiche abbellite con i simboli della loro cultura a far parte del progetto, quest'anno si realizza il gemellaggio tra la città di Belvedere Marittimo e la città di Mitzpé Ramon in Israele. E il gemellaggio ha anche un rapporto con l'iniziativa dei mosaici; infatti, oggi pomeriggio verranno posate nuove ceramiche ebraiche nel mosaico trencadis. Il lavoro viene effettuato in collaborazione tra il Comune e Legambiente, con la tecnica del mosaico trecandìs, nella quale si prevede l’uso di piastrelle colorate. Si prosegue, e l'intenzione è di abbellire tutti i muri e muretti ancora rimasti con il cemento a vista, con dei mosaici artistici.

“L'impatto visivo, brutto e antiestetico – spiega l'assessore Impieri - sarà mutato in una visione bella, colorata e attraente: Belvedere si vedrà arricchita di vere e proprie opere d’arte che aumenteranno anche attrazione turistica e valorizzazione del territorio. Per tale motivo si ha la collaborazione fattiva di proprietari di appartamenti, ristoranti, bar, supermercati che "ospiteranno" gli artisti durante la loro permanenza”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.