Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Mar18062019

Ultimo Aggiornamento:01:11:38

Pubblicità:
Indietro Tirreno Tirreno News Politica Diamante, crisi amministrativa: Magorno contro 'don Rodrigo'

Diamante, crisi amministrativa: Magorno contro 'don Rodrigo'

  • PDF

DIAMANTE – 29 mag. - IL VIDEO -  Il senatore Magorno ha incontrato la stampa per fornire nuovamente la sua versione dei fatti sulla crisi amministrativa e sulla posizione presa da buona parte della locale sezione del Pd anche nei confronti del “tesserato” sindaco Gaetano Sollazzo. 

I punti cardine sono, si è vero, nella rottura dei rapporti fra il sindaco Sollazzo ed il senatore Magorno per fatti relativi alla linea amministrativa; ma Magorno individua una “mandante”, un “don Rodrigo” che resterebbe nascosto e che spingerebbe quindi il sindaco e parte della maggioranza a rompere il rapporto. «Non riconosco altri interlocutori – ha precisato Magorno -. Se qualcuno pensa che facendo il mandante sposti la vera discussione tra i soggetti protagonisti della rottura, si sbaglia. Qui i soggetti protagonisti della rottura non sono “Don Rodrigo” e “Fra' Cristoforo”; sono altri soggetti e questi avrebbero il dovere di confrontarsi con me».

Più volte il senatore ha sottolineato il rapporto ormai sfuggente di Sollazzo che non vuole confrontarsi apertamente. Magorno si è ancora una volta detto disponibile a discutere davanti al pubblico in ogni luogo: in una piazza, in consiglio comunale, davanti alle telecamere. Il senatore ha confermato che la sua linea sarà dura e che proseguirà cercando in ogni modo e fino alla fine il confronto con il sindaco Sollazzo. Nell'ultimo complesso Consiglio comunale, poi, è accaduto di tutto. «Il pezzo di storia consumato sabato - ha detto - era premonitore di ciò che è accaduto. Un consiglio comunale, uno dei peggiori del paese, dove abbiamo ascoltato di tutto: dalle interruzioni squadriste alla consigliera Amoroso, alla quale va la mia solidarietà; alle minacce alla mia persona, a mia moglie e alle nostre famiglie». Magorno ha ribadito: «C'è un mandante politico in tutto questo. Si è giunti ad una deriva populista, demagoga, alla quale la nostra comunità non era abituata». Il senatore ha tenuto a sottolineare: «Io con la Giustizia non ho mai avuto nulla a che fare; non ho mai frequentato le Patrie galere. Con la Giustizia ho avuto a che fare solo per denunciare chi mi ha calunniato».

L'idea del confronto con Sollazzo ha sottolineato Magorno è per far capire ai cittadini quali sono le vere questioni che hanno diviso la maggioranza. «Non ho mai pensato di voler fare il sindaco per interposta persona – ha aggiunto il senatore – ma immaginavo di avere un sindaco che agisse in continuità con me; che si recasse presto al comune per ascoltare i cittadini, che andasse in giro per il paese. Avrei voluto un sindaco giusto che non trattasse i cittadini per come si esprimono nelle urne».

Immancabile il riferimento al cosiddetto Palestrone. La struttura di Cirella che, lo ricordiamo ha avuto un cambio di destinazione d'uso da palestra a struttura turistica con lo sfruttamento dei piani seminterrati. «Va bene il cambio di destinazione d'uso del Palestrone - ha detto - ma non so se va bene ciò che viene consentito nel piano strutturale comunale. Perchè, alle suore di Cirella che chiedono un cambio di destinazione d'uso per trasformare l'ex asilo in un albergo viene negata la possibilità di farlo? Questa è una delle ragioni della nostra rottura. Una ragione di metodo. Sulla questione del porto, il sindaco nell'ultimo incontro avuto prima della nuova Giunta, mi ha detto che al comitato voleva far fare il “lavoro sporco”. Ci sono questioni di fondo che ci dividono». 

IL VIDEO DELLA DIRETTA 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Scalea, in 400 per la seconda edizione della Granfondo Terùn
 
Castrovillari, cambiamenti climatici e sviluppo rurale: concluso il workshop
 
Cosenza, primo tourist-docu-reality del Sud Italia: al via "Calabria Avventura"
 
Scalea: accolta al comune l'artista Anna Maria Maiolino
 
A Scalea, da tutto il mondo per Eventopeople
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.