Miocomune.it

La tua informazione locale

Sab21092019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Praia a Mare, tribunale, ospedale: l'opposizione attacca

Praia a Mare, tribunale, ospedale: l'opposizione attacca

  • PDF

PRAIA A MARE – 27 giu. - Parte dal “silenzio” dell'amministrazione comunale sulla questione della riapertura del tribunale di Scalea e del Giudice di pace, ma l'analisi passa anche dalla storia nebbiosa dell'ospedale, dagli importi dei tributi che restano al massimo e tanto altro. E' la consigliera Norina Scorza, capogruppo di “Noi per Praia” ad affrontare le tematiche della città che, come è noto da tempo lancia lo slogan della città che “splende” e che, invece, secondo il gruppo di opposizione non riesce ad illuminarsi proprio per la presenza di tante questioni irrisolte.

Norina Scorza, anche in qualità di avvocato, parte dalla vicenda della chiusura del tribunale di Scalea che, afferma: «Ha provocato disagi alla popolazione dell’alto Tirreno cosentino non garantendo quei servizi essenziali e pregiudicando di fatto i diritti dei tanti che sono costretti ad affrontare ogni giorno le problematiche di un tribunale lontano dal loro territorio con ogni inevitabile conseguenza. Abbiamo un’opportunità che non può non essere colta e che è quella del ridisegno della geografia giudiziaria come consacrato nel contratto di Governo. La politica locale – afferma Norina Scorza - non può non attenzionare tale opportunità e farla sua, onde garantire l’effettiva riapertura della sede giudiziaria. Stessa attenzione va data alla sede del Giudice di pace che rischia di essere soppressa per mancanza di personale che possa garantire il dovuto espletamento dei servizi.

Plauso va dato a chi, in primis come il sindaco di Scalea, ha messo a disposizione quanto poteva per scongiurare tale imminente pericolo». Norina Scorza ringrazia chi si è attivato come i sindaci di Tortora, di San Nicola Arcella, di Santa Maria del Cedro, di Orsomarso. Il sindaco di Verbicaro, che pure aveva dato la sua disponibilità con l’invio della dipendente Cirimele, formata appositamente per svolgere le incombenze relative all'ufficio del Giudice di pace. Norina Scorza si augura che venga trovata la giusta soluzione affinchè la dipendente possa tornare ad essere operativa. I sindaci presenti alla prima riunione, indetta dal “Comitato riapertura tribunale di Scalea e salvaguardia ufficio Giudoce di pace di Scalea” hanno assicurato tutta la loro collaborazione affinchè venisse scongiurato il pericolo attuale del mancato funzionamento dell'importante presidio giudiziario.

«Non posso non stigmatizzare, in primis come avvocato e poi come capogruppo dell’opposizione – commenta Norina Scorza - l’assenza del sindaco di Praia a Mare, sempre più lontano dai suoi cittadini, sempre meno attento ai bisogni degli stessi. Un sindaco che pensa alla salute dei suoi cittadini facendo ordinanze sul fumo e dimenticando che solo qualche mese fa era andato a tagliare il nastro per la riapertura dell’ospedale di Praia. Insomma la beffa a cui si è aggiunto il danno di aver eliminato anche quei pochi letti di lunga degenza. Ma Praia splende – ironizza Scorza - e così i cittadini vengono ogni giorno illusi da chimere, per essere poi traditi nelle loro aspettative. Una luce che abbaglia, ma che può abbagliare solo gli stolti. Facciamo le ordinanze, ma poi arriviamo a dire che è un suggerimento! Parliamo di tutela della salute ed invece di focalizzarci sull’ospedale pensiamo di istruire dei volontari per rendere Praia cardio protetta. Ma come si possono fare tali affermazioni e come si fa a tollerarle? Ma lo sa questa amministrazione che c’è un Ospedale da tutelare?».

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.