Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar17092019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Scalea, Renato Bruno solleva l'incompatibilità di 5 consiglieri

Scalea, Renato Bruno solleva l'incompatibilità di 5 consiglieri

  • PDF

SCALEA – 30 ago. - Il consigliere del movimento Cinque stelle è andato a spulciare gli atti relativi al pagamento dei tributi da parte dei consiglieri e dalla documentazione acquisita ritiene che almeno cinque consiglieri comunali siano in difetto. Per tale ragione, il Movimento Cinque stelle, ha chiesto la decadenza dei cinque consiglieri comunali, risultati morosi nei confronti del Comune di Scalea.

“Dopo diversi mesi e un costante sollecito da parte nostra – fa sapere Renato Bruno, consigliere d'opposizione - siamo riusciti ad ottenere la documentazione relativa alla posizione dei tributi di tutti i consiglieri comunali. Non riuscivamo a spiegarci il perchè di tale resistenza a volerci fornire le informazioni richieste e forse oggi possiamo pensare che ci sia stata la volontà di nasconderci la verità”. Secondo Renato Bruno, al momento, anche se qualcuno starebbe correndo ai ripari, potrebbe essere decretata l'incompatibilità con la carica.

E, infatti, il consigliere d'opposizione spiega: “In una situazione economica come quella del comune di Scalea, ci meravigliamo, forse neanche più di tanto, che il sindaco, Gennaro Licursi, invece di darci la possibilità di verificare, si sia preso la briga di vietarci l'accesso agli atti, secretando l'elenco di tutti i debitori. Oggi siamo in grado di dire, che qualcuno dei consiglieri continua ad essere moroso, mentre alcuni hanno ottenuto la possibilità di rientrare del debito attraverso la rateizzazione, ma questo li pone comunque in posizione di incompatibilità con la carica, avendo riconosciuto la posizione debitoria. Pertanto – prosegue il consigliere - abbiamo richiesto di avviare tutte le procedure per la decadenza dal ruolo dei consiglieri interessati, mettendo anche a conoscenza della situazione sia il segretario comunale che il prefetto”.

L'indagine ispettiva del consigliere di minoranza è andata a fondo. L'esponente del movimento Cinque stelle fa sapere che: “Resta da verificare quando sono venuti a conoscenza del debito e quando hanno presentato istanza di rateizzazione, perchè la delibera di consiglio per la rateizzazione è successiva alla delibera di convalida degli eletti. Nel caso in cui fossero stati messi a conoscenza del debito, precedentemente alla loro convalida in consiglio, avrebbero anche commesso un falso in atto pubblico. Adesso attendiamo che venga portata in consiglio la discussione in merito, così vedremo ancora una volta se si proteggeranno a vicenda o finalmente decideranno di far rispettare la legge”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.