Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar21012020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Scalea, la proposta: una sezione distaccata di Archeologia

Scalea, la proposta: una sezione distaccata di Archeologia

  • PDF

SCALEA - 16 nov. - Una sezione distaccata della facoltà di Archeologia dell’università della Calabria a Scalea. E’ la proposta che proviene dall’associazione culturale “Cara, vecchia Scalea”. É stato il presidente, Vincenzo de Vito, in questi giorni ad inviare una lettera al Rettore dell’Università della Calabria, Gino Mirocle Crisci. Con l’istituzione della facoltà, si creerebbe, nell’alto tirreno cosentino, un “unicum” culturale interessantissimo, secondo De Vito.

“Gli studenti potrebbero avere i vantaggi offerti dalla presenza nel Palazzo dei Principi del museo e degli uffici della Soprintendenza, con annesso laboratorio di restauro, ed utilizzare come campi di lavoro i numerosissimi siti archeologici presenti sul territorio quali Blanda e Rosaneto a Tortora; la Grotta della Madonna a Praia a Mare; la Grotta del Romito a Papasidero; Laos a Santa Maria del Cedro; Lavinium, Torre Talao ed il villaggio Enotrio di Scalea, Cirella ed altro.” Nella lettera, il presidente di Cara vecchia Scalea ricorda al Rettore la presenza di un  enorme patrimonio archeologico della zona, che darebbe la possibilità di valutare che a Scalea possa essere istituito il dipartimento di Archeologia,  sezione staccata della facoltà di Lettere e filosofia dell’Unical.

“Sono in fase di completamento - ricorda fra l’altro il presidente dell’associazione Cara vecchia Scalea - i lavori di recupero e restauro dello storico Palazzo dei Principi Spinelli, del XIII secolo, che ricade nel centro dell’abitato antico di Scalea e che proprietario dell’immobile è il Comune di Scalea. Entro qualche mese saranno trasferiti al suo interno anche gli uffici della Soprintendenza archeologia della Calabria, oggi allocati nella piccola Torre cilindrica di “Cimalonga” del secolo XV, e sarà allestito il museo archeologico della Valle del Lao.

E’ già stata siglata, in tal senso, la convenzione tra i due enti.” Insomma ci sono i presupposti per realizzare un progetto culturale di cui si è sempre tanto parlato, ma che fino a qualche tempo fa è rimasto nel cassetto. Come è noto e come evidenziano i fatti, l’amministrazione comunale ha mostrato sempre grande propensione a favorire studi sul territorio legati alla storia. La situazione logistica sarebbe anche facilmente realizzabile perché una parte del Palazzo è anche occupata dalla Biblioteca Comunale, ma restano ancora molti vani disponibili per altre attività e per ospitare, eventualmente, la prestigiosa sede universitaria dell’Unical e, fa notare De Vito: “Rimane ancora un margine di tempo congruo per adeguare, eventualmente, le sale da adibire alla didattica.     L’associazione “Cara, vecchia Scalea” - scrive ancora il presidente - spera nella lungimiranza dell’amministrazione comunale a concedere l’utilizzo del Palazzo dei Principi, nel caso in cui l’Unical accettasse la suddetta proposta, e fa voti affinché si attivi, anche attraverso i canali della politica, per cercare di dare a Scalea questa eccezionale opportunità. Confida, pertanto, nella sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra gli enti interessati, rappresentati dal rettore e dal sindaco in un prossimo, eventuale incontro da concordare. Se tutto ciò si realizzasse, darebbe lustro all’intero territorio valorizzandolo ulteriormente sotto l’aspetto culturale. E con un’ovvia, consistente ricaduta economica anche per il nostro paese”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.