Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar15102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica 'Pensiamo a Scalea': «la città ha bisogno di energia per ripartire»

'Pensiamo a Scalea': «la città ha bisogno di energia per ripartire»

  • PDF

SCALEA – 22 nov. - “La città ha bisogno di nuova energia per ripartire economicamente, socialmente, culturalmente attraverso progetti innovativi ed idee all'avanguardia che siano propedeutici ad un futuro diverso, di rinnovato entusiasmo”. Il gruppo dirigente ed i soci di “Pensiamo a Scalea”, stanno promuovendo vari incontri, sensibilizzando le forze politiche, le associazioni presenti sul territorio, i cittadini.

Diversi, fa sapere il coordinatore Ettore Biondi, sono gli argomenti da affrontare: sicurezza del territorio, pulizia e decoro, turismo ed ambiente, viabilità e servizi innovativi, buona sanità per cittadini ed ospiti di Scalea. Nei giorni scorsi si è tenuto un primoTutte le componenti legate a questo comparto hanno bisogno di competenza, serietà, innovazione attraverso professionisti del settore che abbiano una veduta moderna dell'offerta, che si impegnino per portare innovazione nella mobilità e nei collegamenti, che possano far sì che il nostro territorio sia unito anche attraverso una rete virtuale oltre che viaria (strade, ferrovia, aeroporti, porti) appetibile ai grandi tour operator di tutto il mondo.

Un consorzio turistico che abbia la forza e la determinazione di portare nuova energia, che faccia in modo di collegare in una offerta globale mare, storia, cultura, enogastronomia, bellezze paesaggistiche dei parchi marini e montani della nostra riviera. Per ritornare alle piccole ma efficaci idee da poter realizzare, si è discusso ed auspicato un progetto sulla realizzazione di una area per le famiglie, una area relax, bonificando l'area frangivento, e la realizzazione di una area terminal bus alle spalle della imminente capitaneria di porto sulla statale ss18( ex area bar turista). L'incontro con ospite il Sindaco di Orsomarso Antonio De Caprio ha avuto come tema centrale la proposta di avviare un confronto, anche con le altre comunità del nostro territorio, sulla possibilità di consorziare gli enti comunali.

Tale proposta parte dalla necessità di unire risorse economiche ed umane, tra i vari enti. In un futuro oramai prossimo se vogliamo essere concorrenziali con altri territori che hanno le nostre stesse peculiarità, dovremo per forza di cose avere una visione più ampia dell'amministrare. La nostra riviera ha le potenzialità per divenire un comprensorio dotato di tutto ciò che serve per poter essere autonomo, ed offrire tutti i tipi di servizi al cittadino. Ma tutto ciò passa inevitabilmente per un cambio di rotta della mentalità, che abbandoni la peculiarità del "Campanile" per divenire sempre più proiettato ed aperto al resto del mondo”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.