Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun19082019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Scalea, inaugurata la sede della Guardia costiera - VIDEO

Scalea, inaugurata la sede della Guardia costiera - VIDEO

  • PDF
  • Prec.
  • 1 of 6
  • Succ.

SCALEA – 29 nov. - VIDEO - Torna operativa sul territorio, a distanza di quasi diciotto anni, la sede dell'Ufficio circondariale marittimo di Scalea. Una nuova e più agevole collocazione nel palazzo dell'ex tribunale, ufficio del Giudice di pace, a fianco alla casa comunale. Una sede provvisoria, perché la destinazione finale è in un'area prestigiosa, a due passi dal mare e nell'area di Torre Talao: nei locali che saranno ristrutturati dell'ex bar Turista. La cerimonia di ieri mattina ha fatto registrare la presenza di autorità civili, militari e religiose.


Un modo per certificare una presenza, fortemente voluta, sul territorio della guardia costiera che va ad unirsi a presidi importanti come la compagnia dei carabinieri, la tenenza della guardia di finanza che presto avrà un sede nuova, la polizia stradale, i vigili del fuoco, la polizia provinciale, i carabinieri forestali. La cerimonia dell'inaugurazione, con la scopertura della targa che verrà apposta all'ingresso della sede, è avvenuta nella mattinata di ieri. A fare gli onori di casa, il sindaco Gennaro Licursi e l'intera amministrazione comunale. Presenti, fra gli altri, il Direttore marittimo della Calabria e Basilicata tirrenica Contrammiraglio Giancarlo Russo, il prefetto di Cosenza Paola Galeone, il presidente della Regione Mario Oliverio, il comandante della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia Giuseppe Spera, il comandante della Compagnia carabinieri, Capitano Andrea Massari, il comandante della polizia stradale, ispettore capo Maria Rita Valente, il sindaco di San Nicola Arcella, Barbara Mele, il direttore del Distretto sanitario, Angela Riccetti, monsignor Cono Araugio in rappresentanza del vescovo Bonanno.

Presenti i volontari dell'associazione marinai d'Italia e la banda Città di Scalea. Madrina della manifestazione la signora Cotrone, vedova del compianto maresciallo della Marina, Antonio Cotrone, fondatore del locale circolo dei Marinai. «Riapre l'ufficio locale marittimo di Scalea – ha detto il Contrammiraglio Russo – dopo una chiusura durata 17 anni. Grazie al grande impegno dell'amministrazione comunale, alle sinergie, si è riuscito a dare alla comunità locale un chiaro segno della vicinanza, con la riapertura di un presidio operativo e sportello di servizi della Pubblica amministrazione pronto a rispondere alle esigenze dell'utenza marittima». Il Contrammiraglio Russo ha ringraziato il sindaco Licursi e l'amministrazione che hanno voluto fortemente il ripristino dell'Ufficio locale marittimo. Il primo cittadino, emozionato, ha ricordato Antonio Cotrone, fondatore del locale circolo dei marinai: «Un militare e un cittadino esemplare, persona generosa e perbene, un grande scaleoto - ha detto Licursi - che ha dato lustro a Scalea e che è rimasto nel cuore di tutti. Ha lasciato segni tangibili e perenni del suo grande amore per Scalea». Il presidente Oliverio ha sottolineato: «La presenza di questo presidio di legalità in una regione come la nostra con circa 800 chilometri di costa, che dal mare deve trarre sempre nuova linfa per crescere e svilupparsi e che è totalmente proiettata nel Mediterraneo, è un fatto veramente rilevante perché è chiamato a svolgere un ruolo particolarmente importante e delicato nel lavoro quotidiano di difesa, sicurezza, garanzia e legalità, ma anche di soccorso e accoglienza per quanti scappano dalla loro terra per cercare fortuna altrove».

“Con la Capitaneria di Porto -ha aggiunto Oliverio- in questi anni abbiamo stabilito un rapporto fecondo, di grande cooperazione e collaborazione ed è proprio grazie alla Guardia Costiera se siamo riusciti a fare notevoli passi in avanti relativamente anche al contrasto dell’inquinamento del mare. La scelta di riaprire qui, a Scalea, la sua delegazione è particolarmente importante, perché conferma un impegno, ma anche perché sull’Alto Tirreno cosentino, a fronte di una presenza turistica progressivamente crescente c’è sempre più bisogno di una presenza di legalità che rafforzi i presidi di sicurezza. Scalea, in particolare, ha estremamente bisogno di essere sostenuta e aiutata dopo le vicende che ne hanno sfregiato l’immagine e indebolito sul piano etico e morale la fibra. Oggi, con questa scelta, si colloca un tassello importante nel percorso di ricostruzione che il sindaco e i cittadini stanno portando avanti in nome del riscatto della storia di questa città e per l’affermazione della legalità”.

“Riscattare l’immagine Scalea -ha concluso il presidente della Regione- è fondamentale per il riscatto dell’intera regione. Abbiamo bisogno di collocare più tasselli per comporre un unico mosaico di rafforzamento della legalità che sia in grado di proiettare all’esterno un’immagine virtuosa della nostra terra, una terra che vuole guardare al proprio futuro con fiducia e con rinnovato entusiasmo. Grazie, quindi, alla Capitaneria di Porto per aver operato una scelta che ha implicazioni importanti non solo per Scalea ma per l’intera Calabria”.

GUARDA IL SERVIZIO VIDEO

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.