Miocomune.it

La tua informazione locale

Sab24082019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica San Nicola Arcella, bilancio: richiesta di chiarimenti dall'opposizione

San Nicola Arcella, bilancio: richiesta di chiarimenti dall'opposizione

  • PDF

SAN NICOLA ARCELLA – 9 dic. - Una richiesta di chiarimenti in merito alla verifica degli equilibri di bilancio. E' l'oggetto dell'interrogazione con richiesta di risposta scritta inviata al sindaco della cittadina, Barbara Mele. Primo firmatario, il capogruppo di “Liberi di cambiare”, Gianpaolo Errico; con la sottoscrizione dei consiglieri Domenico Osso e Nadir Ariete.

La situazione economica dell'ente, da un po' di tempo è oggetto di attenzione da parte dei consiglieri di opposizione. Secondo i consiglieri d'opposizione il bilancio sarebbe illegittimo, perché basato su presupposti illegittimi. “Nella seduta consiliare del 24 aprile 2018, avente per oggetto il Bilancio di previsione 2018/2020 e portato dal sindaco in Consiglio con i pareri contrari del Revisore dei Conti e del responsabile del servizio finanziario – scrive Errigo - il sindaco, accusando questo gruppo di minoranza di essere “profeta di sventure”, assicurava il consiglio e la platea che il Comune era sano e si prevedeva un incasso di oltre 1.800.000 euro”. Nell'interrogazione si chiede di sapere: “Se la somma di 1.800.000 euro circa sia stata effettivamente incassata, come assicurato dal sindaco. Con precisione quale sia la motivazione per la quale si è affidato l’incarico di “Analisi di Bilancio” e quali siano le caratteristiche dell’analisi che dovrà essere svolta. Si chiede copia della convenzione d’incarico.

Se questa analisi di bilancio sia stata già depositata dalla società incaricata ed in tal caso si chiede di averne copia. Per quale ragione, contravvenendo a quanto stabilito nella delibera del 31/07/2018, non si è ancora provveduto alla nuova verifica degli equilibri di bilancio né al 30 settembre e neanche al 30 novembre”. In merito all'incarico a cui si fa riferimento nell'interrogazione, la questione risale allo scorso 11 settembre, quando il responsabile dell’Area finanziaria, con determinazione n°162, “ha conferito incarico ad una società specializzata per una “Analisi di Bilancio”, di fatto non specificando con precisione la natura e l’oggetto dell’incarico. Nelle premesse della determina viene richiamato il bilancio di previsione 2018-2020, approvato dal Consiglio in data 24 aprile 18, con il parere contrario dei tecnici. Nella delibera di Consiglio del 31 luglio 2018, avente per oggetto la verifica degli equilibri di bilancio, fu approvata la proposta di effettuare la verifica degli stessi al 30 settembre ed al 30 novembre. A tutt’oggi non si è provveduto in tal senso”. Errigo, Osso e Ariete ricordano, fra l'altro, che già dal primo consiglio comunale del 14 giugno 2016, il gruppo consiliare, aveva espresso voto contrario al Bilancio consuntivo 2015.

“In tutte le sedi istituzionali, nel corso di questi due anni, questo gruppo consiliare – si legge - ritenendo che il comune fosse in situazione economica precaria, ha sempre espresso voto contrario ai vari bilanci, considerati da noi sempre illegittimi e non trasparenti e denunciando pubblicamente, anche attraverso gli organi di stampa, lo stato di gravissima difficoltà dell’ente. "Liberi di Cambiare", nella seduta del consiglio del 28 aprile 2017, sul bilancio di previsione 2017-2019, all'atto della votazione, aveva chiesto di verbalizzare la seguente dichiarazione: 'Noi qui presenti Gianpaolo Errigo, Domenico Osso, Nadir Ariete, riteniamo questo bilancio illegittimo, perché basato su presupposti anch'essi illegittimi. Pertanto, per i motivi esposti e riservandoci successivamente di fornire ampia documentazione a supporto di quanto da noi testé dichiarato, abbandoniamo la seduta'. In seguito fornimmo una ampia documentazione a supporto della nostra tesi”. “A supporto di quanto da noi sempre sostenuto ed a palese dimostrazione delle gravissime difficoltà finanziarie dell’Ente, vi sono numerosi e chiari sintomi, quali i continui ricorsi all’anticipazione di tesoreria, i gravi ritardi nei pagamenti degli stipendi, gli endemici debiti verso la Sorical, di recente aggiornati a 370 mila euro circa ed i numerosi avvicendamenti dei revisori dei conti. Il sindaco – prosegue l'opposizione - non ha mai tenuto in debita considerazione le nostre preoccupazioni ed ha sempre disprezzato qualsiasi nostra rimostranza, additandoci addirittura come dei mistificatori della realtà e portatori di sventure”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.