Miocomune.it

La tua informazione locale

Gio17102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Scalea, crisi abitativa popolare: interrogazione di Tenuta

Scalea, crisi abitativa popolare: interrogazione di Tenuta

  • PDF

SCALEA – 16 dic. - Il presidente del consiglio comunale, Achille Tenuta, solleva la problematica della “crisi abitativa popolare”. Una questione che era già emersa nei giorni scorsi quando si era appreso che in città è stato costituito un comitato popolare. Sul territorio, in particolare nella zona del centro storico, ci sono anche alcune case popolari ristrutturate, di proprietà dell'Aterp, ma non ancora assegnate.

Il gruppo consiliare “Pensiamo a Scalea” ha presentato un'interrogazione con richiesta di risposta orale da parte del sindaco Gennaro Licursi. Si chiede di conoscere “le iniziative che, dopo tanti anni di vana attesa, l'Amministrazione ha finora adottato ed intende nell’immediato adottare per risolvere la problematica evidenziata”. Achille Tenuta sottolinea che: “la popolazione meno abbiente di Scalea vive con drammaticità il problema dell’alloggio familiare. I canoni di mercato sono insostenibili per famiglie dove nessuno gode del necessario reddito. A riprova di tale emergenza è stato costituito il comitato “Case al Popolo”, che ha già interpellato il sindaco, nonché da ultimo anche il sottoscritto presidente del consiglio comunale.

E' estremamente necessario – fa notare Achille Tenuta - un deciso e concreto intervento, affinchè siano assegnati gli alloggi Aterp disponibili, il Comitato ne ha, allo stato, individuati tredici non utilizzati, oltre quelli ubicati nel palazzo Palamolla, sulla base della graduatoria permanente esistente nelle more di quella che dovrà essere approvata,manca anche quella provvisoria. Il Comune di Scalea – ricorda infine Tenuta - è assegnatario di una quarantina di immobili confiscati alla criminalità, che ben potrebbero essere destinati alla soluzione del grave problema abitativo con indubbi aspetti sociali: si potrebbe predisporre una graduatoria ad hoc o farne una nuova ed unica in base alle disposizioni contenute nella legge regionale vigente”. Come si ricorderà, un mese fa, il comitato aveva espresso l'esigenza di avere la possibilità di un'abitazione.

Per questo motivo erra stato costituito ufficialmente il comitato “Case al popolo”, definito dagli stessi promotori: apartitico e senza fini di lucro. I componenti si definiscono “Senza tetto”. Il comitato, hanno reso noto i promotori: ha l'obiettivo di promuovere e sostenere ogni iniziativa, presa nel pieno rispetto della legalità, in ogni sede, nei confronti dell'Aterp, l'istituto delle case popolari, e presso il comune di Scalea. Tali iniziative devono tendere a far acquisire, nelle forme di legge, un appartamento da adibire ad abitazione dei rispettivi nuclei familiari”. Un comitato aperto, senza alcuna restrizione, a qualsiasi persona maggiorenne di Scalea che si trovi nelle condizioni di essere “Senza tetto” e che voglia aderire, condividendo i principi ispiratori del comitato. 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.