Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun17022020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Scalea, in consiglio comunale bagarre sulla rateizzazione dei tributi

Scalea, in consiglio comunale bagarre sulla rateizzazione dei tributi

  • PDF

SCALEA – 14 feb. - Non sono mancati i momenti di scontro politico fra la maggioranza e l'opposizione, in consiglio comunale. Il punto più dibattuto della seduta di ieri pomeriggio è stato quello delle variazioni al regolamento per la disciplina delle procedure di rateizzazione e compensazione dei tributi e delle entrate comunali. Iniziativa curata dall'assessore Marcello D'Amico e dal presidente del consiglio comunale, Achille Tenuta. 

Al primo punto, all'ordine del giorno, c'era la surroga del consigliere Palmiro Manco, recentemente scomparso in seguito a difficoltà sopraggiunte dopo il trapianto del cuore. Il presidente Achille Tenuta ha voluto ancora ricordare la figura di Palmiro Manco, ambientalista, e appassionato di politica, oltre che impegnato sempre per il bene della sua città. Il presidente Tenuta ha sottolineato l'impegno di Palmiro Manco: «E' uno di quei cittadini che ha remato per Scalea, nella direzione giusta. Soprattutto nel settore ambientalista in cui ha sempre creduto fortemente. Purtroppo la vita, a volte, ci riserva delle sorprese e il destino lo ha tolto alla comunità, alla famiglia, a Scalea». Il consigliere Eugenio Orrico ha dichiarato che avrebbe voluto una cerimonia più solenne per ricordare il consigliere Manco, dello stesso parere anche Bergamo. Ma è stato sottolineato che, questo del consiglio comunale, era un passaggio obbligato dettato dal regolamento che prevede tempi stretti per la surroga.

Il primo dei non eletti è Silvio Longobucco che è stato chiamato già ieri sera al tavolo dei consiglieri per entrare a far parte ufficialmente dell'assemblea. Si è astenuto il consigliere di Cinque stelle, Renato Bruno, che si è appellato all'articolo 63, comma 6, del testo unico degli enti locali. In pratica la condizione di morosità dei consiglieri che rende incompatibile l'incarico, se non viene sanata. Una questione che lo stesso esponente Cinque stelle ha già sollevato in passato per altri componenti dell’assemblea. Silvio Longobucco ha ricordato la figura di Palmiro Manco e il suo impegno come ambientalista. «L'unico - ha detto - che si è interessato di inquinamento con una sua battaglia contro le antenne di telefonia mobile». In riferimento alla questione sollevata da Bruno, Longobucco ha dichiarato: «Per quanto mi risulta non ci sono cause di incompatibilità». La questione più discussa è stata quella del regolamento per la rateizzazione dei tributi che, secondo il consigliere pentastellato, Bruno, non tutelerebbe appieno le persone in difficoltà, non agevolando, quindi, i cittadini che invece hanno bisogno. E' stato chiesto di rinviare l'approvazione e di far passare il testo dalle commissioni consiliari.

La maggioranza ha votato a favore del nuovo testo approvando la variazione. A fronte delle eventuali rateizzazioni, il comune chiede ai cittadini, che intendono rateizzare somme superiori ai ventimila euro, delle dichiarazioni personali, ritenendo che le fideiussioni rappresentino un percorso non facile. I debitori, secondo quanto ha riferito Tenuta, dovranno fornire delle garanzie personali, come l'ipoteca su immobili. Ci sono anche forme più semplici di garanzia per le società con il coinvolgimento degli amministratori. Una formula contestata dalle opposizioni.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.