Miocomune.it

La tua informazione locale

Mar21012020

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Scalea, Orrico: le motivazioni del voto contrario in Consiglio

Scalea, Orrico: le motivazioni del voto contrario in Consiglio

  • PDF

SCALEA – 15 feb. - Il consigliere comunale Eugenio Orrico, che nel corso della seduta di mercoledì ha dichiarato di sedere fra i banchi da indipendente ha votato contro il regolamento per la disciplina delle procedure di rateizzazione e compensazione dei tributi. Ha anche espresso amarezza per come è avvenuta la surroga del consigliere Palmiro Manco, deceduto nei giorni scorsi, e non adeguatamente ricordato.

Orrico ha anche espresso solidarietà al consigliere Renato Bruno per quanto subito alla fine consiglio comunale. Eugenio Orrico, riguardo alla surroga del consigliere Palmiro Manco, ha sottolineato: «Sarebbe stato opportuno trattare l’argomento subito dopo la decisione del prefetto riguardo all’intitolazione della sala consiliare allo stesso Manco anche a seguito delle richieste giunte da alcune associazioni. È stata una surroga asettica, fatta troppo in fretta – ha dichiarato – che avrebbe meritato, al contrario, una cerimonia solenne dove in sede istituzionale e alla presenza dei cittadini, rimarcare il ruolo ricoperto da Palmiro Manco e la sua operatività in seno al consiglio comunale. Insomma la sostituzione di Palmiro Manco non è avvenuta in modo rispettosa». Al consigliere comunale Renato Bruno, che ha subito un'aggressione, non solo verbale, ha espresso solidarietà ed ha lanciato una ulteriore frecciata al sindaco: «Scalea avrebbe avuto bisogno di un altro traghettatore portatore di distensione politica». “L'indipendente” Eugenio Orrico, ha criticato il regolamento per la disciplina delle procedure di rateizzazione e compensazione dei tributi e delle entrate comunali, bocciandolo sonoramente e votando contro. Orrico aveva chiesto di rivedere l’articolo 3, e quindi di trattarlo in commissione per apportare delle modifiche. «L’artico 3 – ha dichiarato Eugenio Orrico - penalizza sempre più i cittadini, dove addirittura il comune si sostituisce alle banche. Per tutti i debiti di importi superiori a 20mila euro, la rateizzazione sarà possibile mediante una polizza fideiussoria o fideiussione bancaria. Per l’idoneità della garanzia personale occorrerà che la persona o le persone garanti, siano titolari complessivamente di un patrimonio di valore superiore del 50% del credito vantato dall’ente certificato ed asseverato da apposita perizia tecnica giurata. Si tratta – ha commentato Orrico – di un qualcosa di inopinabile, in questo modo si vanno a creare ulteriori problemi ai cittadini che devono andare alla ricerca di persone che facciano da garanti per pagare i tributi comunali».

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.