Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Mar16072019

Ultimo Aggiornamento:12:16:31

Pubblicità:
Indietro Tirreno Tirreno News Politica San Nicola Arcella, la politica discute sulla situazione finanziarie dell'ente

San Nicola Arcella, la politica discute sulla situazione finanziarie dell'ente

  • PDF

SAN NICOLA ARCELLA – 18 mar. - La situazione finanziaria dell'ente è oggetto di un ampio dibattito avviato da tempo nel centro turistico. Il sindaco Barbara Mele batte da tempo su una cifra, pari a 871mila euro di debiti fuori bilancio per provvista di acqua dalla Regione Calabria risalente al 1982. “Oggi – ha detto in consiglio - questa partita va chiusa”. 

La situazione finanziaria difficile va ricercata anche, a giudizio dell'amministrazione, nell'evasione dai tributi: “c'è una montagna di residui attivi da riscuotere che pesano sul bilancio in quanto, con le nuove regole della contabilità armonizzata, comportano la costituzione di un enorme fondo crediti. Inoltre il comune alimenta il fondo di solidarietà, per cui lo Stato, che fino a qualche anno fa dava un contributo di 200.000 euro, ora preleva un milione dagli incassi dell'Imu. Il ricorso al piano di riequilibrio è inevitabile; anche nelle famiglie si ricorre a prestiti per risanare le finanze”.

Nel dibattito in consiglio si inserisce anche il consigliere d'opposizione Domenico Osso che contesta le affermazioni del sindaco Mele anche in relazione al “buco” del 1982. “Solo ora – ha affermato Osso - la maggioranza si è accorta che ci sono debiti dal 1982; il vero problema è che le spese sono troppo alte rispetto alle entrate. Bisogna individuare i settori in cui poter risparmiare, come ad esempio lo smaltimento dei rifiuti. Il discorso del sindaco non convince: si risanano i debiti dell'ente scaricandone il peso sui cittadini sannicolesi”. Anche il consigliere d'opposizione Gianpaolo Errigo si è inserito nel dibattito: ha contestato le cifre indicate dal sindaco per il fondo di solidarietà. “Il prelievo dello Stato è di 532.000 euro e non di un milione. La minoranza - - ha detto Errigo in Consiglio - è disposta a votare a favore della proposta a condizione che si effettui una verifica seria del passivo, per determinare se è di 4 oppure di 2 milioni e se nella premessa della delibera si specifichi che la responsabilità del passivo è di questa amministrazione, in carica dal 2011”. L'assessore Concetta Sangineto si è detta favorevole all'operazione verità e ad una certificazione dei debiti reali. “Le responsabilità – ha sostenuto - vengono da lontano: già nel 2011 l'ente era strutturalmente deficitario a causa della scarsa percentuale di riscossione tributaria. Nei primi anni di amministrazione sono stati pagati tanti debiti relativi alle gestioni precedenti”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Scalea si prepara a festeggiare la sua Patrona - VIDEO -
 
A Grisolia il workshop sul 'diritto' nel settore agricolo
 
Scalea, solenne incoronazione e intronizzazione della Madonna
 
Scalea in piazza 2019, anteprima: le interviste- VIDEO
 
Scalea, firmata la convenzione fra comune e "Mare pulito”
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.